Cinisi, sniffa mix di cocaina e attak: diciassettenne ricoverato in codice rosso

Il giovane è stato portato al Civico di Partinico per un blocco delle vie respiratorie. Poi la scoperta sulle cause del malore. I genitori del ragazzo nella stessa serata hanno firmato le dimissioni nonostante il parere contrario dei medici

L'ospedale Civico di Partinico

Avrebbe inalato un mix di cocaina e attak che rischiava di essere letale. Un diciassettenne nato a Palermo ma residente a Cinisi è stato ricoverato ieri mattina in codice rosso all’ospedale Civico di Partinico per un blocco delle vie respiratorie. Sull’episodio indagano i carabinieri di Cinisi.

Ad accompagnarlo nella struttura sanitaria sarebbe stato qualche parente. Non è ancora chiaro dove abbia assunto lo stupefacente né in quale quantità. I medici lo hanno sottoposto alle cure del caso prima di essere trasferito al Civico di Palermo per una consulenza specialistica con l’otorinolaringoiatra.

A seguito della visita il giovane è tornato all’ospedale di Partinico dove in serata è stato dimesso contro il parere del personale sanitario che avrebbe "preferito" tenerlo sotto osservazione anche un giorno. Toccherà ai militari - che hanno avviato le indagini - chiarire i contorni della vicenda.

Potrebbe interessarti

  • Bagno al mare dopo mangiato, sì che si può fare: tutta la verità sul (falso) mito

  • Cactus mania, avere piante grasse in casa non è solo bello ma fa anche (molto) bene

  • Api, vespe e calabroni non si uccidono ma si allontanano: ecco i rimedi naturali

  • Fare la spesa risparmiando, 10 regole d'oro che i palermitani spreconi dovrebbero seguire

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia fra Palermo e New York, 19 arresti: decapitato mandamento di Passo di Rigano

  • Centro storico, studentessa seguita e poi violentata sotto casa: fermati due bengalesi

  • Incidente sulla A29, auto contro il guardrail: muore 13enne, gravissimo il fratello

  • Morto noto commerciante palermitano, era lo zio di Eleonora Abbagnato

  • Tragedia in autostrada, bimbo di 9 anni in condizioni disperate: "Ha un gravissimo trauma cranico"

  • E' morto il chirurgo Mezzatesta: "La medicina ha perso un genio"

Torna su
PalermoToday è in caricamento