Il giardino di Villa Di Napoli diventa palcoscenico con “Mediterraneo express”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

La musica, le luci, la scenografia e il fascino che di sera solo uno degli ultimi pezzi di Conca d'Oro sa regalare. Sarà questa l'atmosfera che domenica dalle 20.30 avvolgerà il giardino di Villa Di Napoli. Il motivo? Prenderà vita il primo concerto della stagione artistica che per tutta l'estate si svolgerà all'interno dello storico spazio verde del quartiere Cuba-Calatafimi. Lo spettacolo inaugurale sarà "Mediterraneo Express" della Balarm Soloist Orchestra: la cultura araba che incontra quella occidentale. "Domenica 3 luglio a partire dalle 20.30 daremo inizio agli eventi estivi all'interno del giardino di Villa Di Napoli. Il primo concerto sarà Mediterraneo Express. I protagonisti di questo spettacolo saranno quattro artisti arabi che rappresentano il legame sia con la nostra terra, la piccola Cuba ne è l'emblema, sia con il nostro vissuto di musicisti tesi alla sperimentazione di un linguaggio musicale che abbraccia e fonde entrambe le civiltà" afferma il presidente di Cerism, associazione che si sta occupando del recupero del monumento, Maria Natoli. Il concerto "Mediterraneo Express" è, infatti, un momento di incontro, di scambio tra le culture.

Le musiche traggono spunto da melodie berbere, arabe e andaluse diffuse in tutto il bacino del Mediterraneo. Uno spettacolo che nasce da un'idea di Riadh Fehri, direttore del conservatoire de musique de Sidi Bou Said e Marcello Biondolillo, direttore d'orchestra e compositore. I due musicisti collaborano da anni, raccogliendo successi e numerosi concerti con varie orchestre internazionali. Dall'orchestra sinfonica di Vienna, all'orchestra sinfonica siciliana fino all'orchestra internazionale del Mediterraneo. Gli artisti che compongono l'ensemble, provengono dalla Tunisia e dalla Sicilia e durante lo spettacolo utilizzeranno sia strumenti tradizionali arabi come il liuto, il jembe, sia strumenti di tradizione classica come il pianoforte, il contrabasso, il violino, il clarinetto. L'evento si articolerà in due momenti: quello tipicamente arabo con musiche e canzoni della tradizione maghrebina e quello della fusione dei due linguaggi musicali arabo e occidentale. A dare prestigio al concerto, saranno la voce del soprano Hajer Bouzid, il violino arabo con Wahid Lakhal e le percussioni con Mehdi Zouaoui. Per partecipare agli eventi che si svolgeranno all'interno del giardino di Villa Di Napoli, sarà necessario prenotare, chiamando al numero 3470197338 o inviando una mail all'indirizzo di posta elettronica eventi@memoriesceniche.it.

Ma le novità per l'affascinante spazio verde non finiscono qua. Durante la serata di domenica verrà presentata un'altra iniziativa che vede sempre protagonista il giardino di Villa Di Napoli: la Summer School che partirà dal 4 al 10 luglio. Circa 20 studenti provenienti dall'Universitat Rovira i Virgili di Tarragona in Spagna, dalla Norwegian University of Science and Technology di Trondheim e dalla facoltà di Architettura di Palermo, lavoreranno insieme nella creazione di un arredo per il giardino romantico del monumento.

Un'area quella del giardino di Villa Di Napoli, per troppi anni abbandonata, che oggi sta finalmente rinascendo grazie al progetto "Memorie Sceniche". A occuparsi del piano di riqualificazione del giardino storico, sono le associazioni, Cerism, People Help the People ed E.D.F Kronos Onlus in collaborazione con l'Università degli Studi di Palermo e la Soprintendenza ai Beni culturali. Il progetto "Memorie Sceniche", cofinanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale a valere sulla misura "Giovani per la valorizzazione dei beni pubblici", nasce per recuperare spazi pubblici non fruibili con la volontà di generare aree di aggregazione, di formazione, di informazione e di cultura.

Torna su
PalermoToday è in caricamento