"Falcone? Costretto a scappare da Palermo, lui eroe ma solo dopo la sua morte"

Così il magistrato Giancarlo Caselli: "Era stato vittima di svariate ingiustizie tra cui aggressioni, falsità e maldicenze. Si è trovato tutte le porte di Palermo chiuse in faccia"

Giovanni Falcone

"La figura di Giovanni Falcone è una figura di coraggio, molto complessa, con alti e bassi, luci ed ombre. Lo ricordiamo tutti come un eroe, come un esempio, come un uomo eccezionale ma così lo ricordiamo soltanto dopo morto. Prima di morire, infatti, Falcone era stato vittima di svariate ingiustizie tra cui aggressioni, falsità e maldicenze. Trovandosi tutte le porte di Palermo chiuse in faccia, è stato costretto a rifugiarsi a Roma al Ministero della Giustizia, dove non smise di combattere". A esprimersi così è stato il magistrato Giancarlo Caselli intervenendo a Trame, festival dei libri contro le mafie che si tiene a Lamezia Terme, nel corso della presentazione del libro a cura di Enzo Ciconte e Giovanna Torre, intitolato “L’uomo, il giudice, il testimone”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente all'Acquapark, giovane batte la testa: ricoverato in gravi condizioni

  • Vendono frutta e verdura con il reddito di cittadinanza in tasca, nei guai 2 fratelli

  • Figlia morta dopo il Gratta e vinci perdente: chiesta condanna a 6 anni per la mamma infermiera

  • "Facciamo sesso a tre o divulghiamo il tuo video hard": condannata coppia che minaccia fidanzata figlio

  • Rientra verso il b&b ma si perde e chiede indicazioni, turista picchiato e rapinato

  • Tuffo all'Acquapark di Monreale, 26enne sarà sottoposto a intervento chirurgico

Torna su
PalermoToday è in caricamento