Furto sulla linea ferroviaria Palermo-Trapani: rubati 500 metri di rame fra Cinisi e Partinico

La circolazione dei treni ha subito dei rallentamenti ma dopo le 11.20 è tornata alla normalità. Rfi: "E' il 14esimo episodio del 2019 su questa linea"

E’ tornata alla normalità alle 11.20 la circolazione ferroviaria sulla linea Palermo-Piraineto-Trapani, rallentata dalle 5.45 di questa mattina a causa del furto di 500 metri di cave di rame fra Cinisi e Partinico. "Si tratta - fa sapere Rete ferroviaria italiana - del quattordicesimo furto di rame dall’inizio dell’anno. Per proteggere la linea da questi episodi, stiamo completando l’installazione di canalette di cemento in cui alloggiare i cavi".

"L’asportazione di rame - precisa ancora Rfi - non comporta problemi di sicurezza alla circolazione dei treni, ma solo rallentamenti e ritardi. La sottrazione del materiale, infatti, provoca l’attivazione istantanea dei sistemi di sicurezza che governano le tecnologie in uso nella gestione del traffico ferroviario, con arresto immediato dei treni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Finanzieri in una palestra di Cefalù, sequestrate attrezzature per il fitness: "Erano contraffatte"

Torna su
PalermoToday è in caricamento