Terzo colpo da Gucci, ma stavolta va a segno: sfondano vetrina e rubano borse e accessori

All’alba di oggi una banda di ladri è entrata nuovamente in azione nella boutique di lusso di via Libertà aprendosi un varco con una Lancia Y. Ancora da quantificare il bottino. I primi due tentativi (uno a maggio e l'altro pochi giorni fa) erano falliti

Gli operai mentre ripristinano la vetrina rotta per la terza volta - foto Campolo

Non c’è due senza tre. E purtroppo il terzo colpo tentato da Gucci in via Libertà è andato a segno. All’alba di oggi una banda di ladri è entrata nuovamente in azione nella boutique di lusso e ha sfondato l’ingresso con una Lancia Y per aprirsi un varco. Noncuranti del rischio hanno fatto razzia rubando borse e accessori prima della fuga sulla loro auto, probabilmente rubata. Ancora da quantificare il bottino.

Il primo tentativo risalente a maggio è stato compiuto con le stesse modalità. Anche in quel caso infatti la banda ha utilizzato una Smart rubata per buttare a terra la vetrina all’ingresso. In quella circostanza, però, i ladri non sono riusciti a portare via nulla, lasciandosi dietro i danni e i cocci di vetro. Sul posto è intervenuta la poliza che ha avviato le indagini per mettersi sulle tracce dei malviventi.

Tentano di sfondare l'ingresso di Gucci, le telecamere riprendono tutto | VIDEO

Appena due settimane dopo un altro gruppetto di banditi ha cercato di entrare nel negozio attraverso la porta secondaria che si trova su via Enrico Albanese. Approfittando del buio della notte cinque persone, apparentemente giovani, hanno iniziato a forzare l’ingresso utilizzando diversi oggetti. Poi, preoccupati di aver attirato l'attenzione con tutto quel baccano, si sono dileguati. Pochi minuti dopo, su segnalazione dei cittadini al 113, è intervenuta la polizia.

Ieri mattina gli agenti hanno rintracciato e due delle cinque persone ritenute responsabili del secondo colpo. Per loro è scatta una denuncia per tentato furto aggravato. Due ragazzi di Borgo Vecchio sono stati individuati dagli investigatori del commissariato Politeama che hanno analizzato le immagini riprese da alcune telecamere. Gli agenti hanno trovato e sequestrato in casa dei due, neanche ventenni, i giubbotti indossati quella notte.

All’alba di oggi l’ultimo colpo sul quale la polizia sta già lavorando per individuare gli altri componenti della banda (o delle bande) che avrebbero cercato di "ripulire" il negozio rubando accessori di lusso. Non è dato sapere per il momento se dietro i tre episodi ci sia una regia ben precisa o si tratti di iniziative indipendenti l’una dall’altra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Falliscono colpo in casa e si "imbucano" a veglia funebre per evitare i carabinieri, 2 arresti

  • Detenuto suicida in carcere, indagata per omicidio colposo la direttrice del Pagliarelli

  • Centro Convenienza chiude e non consegna i mobili già pagati: "Clienti truffati"

Torna su
PalermoToday è in caricamento