Uditore, rubato contatore al Santangelo: rubinetti a secco e asilo chiuso

Ad accorgersene all’apertura del plesso è stato il personale scolastico che ha chiamato i carabinieri. A sostituire il pezzo per consentire di far ripartire le lezioni ci penserà l'Amap. Figuccia: "Servono le telecamere"

Il vano da cui è stato rubato il contatore dell'asilo Santangelo

I rubinetti dell'asilo restano a secco, lezioni sospese e bambini a casa. Non per un problema di manutenzione ma per colpa dei ladri che hanno portato via il contatore dell'acqua. Un furto è stato messo a segno alla scuola materna Santangelo di via Ignazio Silvestri, Uditore. Ad accorgersene il personale scolastico che ha chiamato i carabinieri e segnalato l'accaduto alla dirigente comunale per provvedere alla sostituzione del pezzo.

A denunciare l'accaduto il consigliere comunale dell'Udc Sabrina Figuccia. "Inizialmente sembrava un guasto ma una volta chiamati i tecnici è emerso che si trattava di un problema molto più serio. Il contatore è stato completamente divelto dal suo alloggio che si trova vicino alla cancellata dell'istituto". E quindi niente lezioni fino a data da destinarsi per l'asilo in passato occupato da alcune famiglie e restituito alla città lo scorso anno.

Gli asili, commenta ancora il consigliere comunale, vengono presi di mira da ladri e vandali troppo spesso. "L'unica soluzione - prosegue in una nota Figuccia - sarebbe quella di dotarli di adeguati impianti di videosorveglianza. Le poche esperienze già realizzate dimostrano che le telecamere fungono da valido deterrente. Mi farò portavoce in Consiglio per proporre l'installazione degli impianti in tutti gli asili".

Servirà ancora qualche giorno e i tecnici della società partecipata comunale potranno sostituire il contatore. "Non appena Amap avrà ricevuto copia della denuncia potrà procedere. Abbiamo chiesto - spiega a PalermoToday la dirigente comunale Maria Anna Fiasconaro - di fare uno sforzo particolare per accelerare i tempi di posa. Siamo molto rammaricati per l'accaduto. Nonostante gli sforzi dei nostri uffici e dell'Amministrazione per la tutela dell'infanzia, mi spiace constatare che c'è ancora una parte di città che non ha altrettanta cura".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Falliscono colpo in casa e si "imbucano" a veglia funebre per evitare i carabinieri, 2 arresti

  • Detenuto suicida in carcere, indagata per omicidio colposo la direttrice del Pagliarelli

Torna su
PalermoToday è in caricamento