Distributori automatici nel mirino, furti e vetri rotti: "5 episodi in 20 giorni, un incubo"

A raccontare ciò che accade dall'inizio del 2019 è Antonio Romano, titolare della Push and Go, un'azienda che ha inaugurato un open space in corso Vittorio Emanuele: "I miei distributori presi a mazzate per 3 ore". Nei giorni scorsi mandate in frantumi le vetrine di tre negozi della zona

Furto con danneggiamenti da Push and Go, in corso Vittorio Emanuele

Cinque episodi tra furti e danneggiamenti in poco più di tre settimane, un caso ogni quattro giorni, e il timore che questa storia possa non finire mai. A raccontare quanto gli sta accadendo dall’inizio del anno nuovo ad oggi è Antonio Romano, titolare della Push and Go. Si tratta di un’azienda che opera nel settore dell’installazione di distributori automatici che ha aperto un open space con self service in corso Vittorio Emanuele, all’altezza di piazza Borsa.

"Abbiamo inaugurato il 15 novembre - racconta Romano a PalermoToday - e fino al 30 dicembre tutto bene è andato. Da quel giorno in poi abbiamo subito il primo furto con scassinamento. Hanno portato via qualche prodotto e poi hanno svuotato la gettoniera rubando poche decine di euro". Il colpo sarebbe stato messo a segno da una persona che, grazie alle telecamere di videosorveglianza, sarebbe stata anche individuata dagli investigatori.

"La nostra attività - prosegue Romano - è dotata di telecamere in funzione 24 ore su 24. Dalla fine dello scorso anno siamo stati presi di mira cinque volte. L’ultimo episodio è stato devastante: la videosorveglianza ha ripreso due soggetti che hanno preso a martellate i miei distributori per più di 3 ore, dalle 3.17 alle 6 del mattino. Hanno distrutto tutto e hanno rubato ciò che potevano". Anche in questo caso Romano, racconta, si è rivolto ai carabinieri per mettere nero su bianco quanto accaduto.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

"Per quanto ne so io l’autore è stato identificato e denunciato. Purtroppo e possibilmente subiremo altri atti del genere perché i responsabili non vengono puniti. Non so quanto ancora potrà andare avanti questa storia ma sicuramente siamo stufi". La sua storia è rimbalzata da una pagina all’altra sui social dopo un post pubblicato dal padre, l’ex ministro Saverio Romano: "Antonio è un giovane palermitano che dopo aver conseguito la laurea in giurisprudenza ha deciso di fare l'imprenditore, nella sua città, nonostante le mille difficoltà".

In poche righe il leader di Cantiere popolare ripercorre i sacrifici fatti dal figlio e i risultati raggiunti: "In 2 anni ha messo in piedi due aziende che danno lavoro a cinque altre persone, è rincorso dalle scadenze mensili, dalle eccessive tasse e lotta spesso con la burocrazia, così come tanti altri. Oggi, una delle sue attività è stata danneggiata per la quinta volta, non sappiamo se per mano del crimine organizzato o da comuni delinquenti. E’ dura, ma Antonio non molla, riconosco mio figlio, sembra già mio padre".

Nell'ultimo periodo altre attività della zona sono finiti nel mirino dei malviventi. Tra gli episodi noti avvenuto in zona, fra gli ultimi, il furto alla Rinascente con un bottino da 5 mila euro, quello al negozio "Via Roma 261" (ex Navigare) e quello alla gioielleria Cipolla. Furti e tentativi di furto accomunicati dalle modalità con i malviventi provano ad aprirsi un varco: scaldando le vetrine con il fuoco e prendendole a mazzate anche per ore.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Miglior street food di Palermo, arriva Alessandro Borghese con i suoi "4 Ristoranti"

  • Incidente a Belmonte, Bmw finisce fuori strada e prende fuoco: morti due ragazzi

  • Morte di Giuni Russo, le rivelazioni di Donatella Rettore in tv e la polemica: "Non dice la verità"

  • Via Maqueda, colpito alla testa mentre passeggia: grave 33enne

  • Rovigo, palermitano strangola e uccide la moglie di 23 anni

  • Il duplice omicidio allo Zen, veglia notturna non autorizzata ai Rotoli: familiari allontanati

Torna su
PalermoToday è in caricamento