Auto rubate e finti incidenti per truffare assicurazioni, sgominata banda: 12 arresti

L'organizzazione, smantellata dalla polizia nell'operazione "Car network", agiva tra Misilmeri e Palermo. In alcuni magazzini sono state trovate parti di auto, già smontate, pronte a essere immesse nel mercato illegale

Smantellata un'organizzazione dedita al furto, alla ricettazione e al riciclaggio di auto, che operava tra Misilmeri e Palermo. La polizia ha eseguito l'arresto nei confronti di 12 ora sottoposte ai domiciliari come richiesto dal gip di Termini Imerese. Nel corso dell'operazione sono state scoperte, all'interno di depositi e magazzini, numerose parti di auto e componenti meccaniche, smontate e pronte a essere immesse nel mercato illegale. Per gli inquirenti, il giro d'affari è di decine di migliaia di euro.

L'operazione è stata denominata "Car network" e prende il via da alcuni accertamenti effettuati in un autosalone all'interno del quale sono stati trovati tre auto e due autocarri rubati. Le indagini sono state svolte dagli agenti del commissariato Brancaccio e dalla polstrada anche attraverso pedinamenti, intercettazioni e la videosorveglianza dei megazzini in cui la banda portava i veicoli rubati. Alla guida dell'organizzazione ci sarebbero stati Giovanni Tantillo, Filippo Grasso, Vincenzo Militello, Ettore Raccuglia, due dei quali titolari di rivendite considerate compiacenti e utili per alimentare il circolo vizioso..

I depositi delle auto e i volti degli arrestati | Video

Dalle indagini è emerso che l'organizzazione prima si impossessava dei veicoli e poi li portava in magazzini e depositi sia a Misilmeri sia a Palermo, dove procedeva alle operazioni di smontaggio. In alcuni casi gli indagati recuperavano motori e altri pezzi meccanici per usarli come come ricambi. Altre auto, invece, venivano "riciclate" utilizzando documenti e dati identificativi (telaio e targhette) di veicoli incidentati e precedentemente acquistati per rimetterli sul mercato delle auto usate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Operazione "Car network": i nomi degli arrestati

"Acuni degli arrestati - spiega la polizia - realizzavano consistenti profitti truffando varie compagnie assicurative attraverso la simulazione di
furti di veicoli o incidenti stradali mai avvenuti". In alcuni casi pezzi di ricambio ricavati finivano anche all'estero, come in Francia o in Belgio, a prezzi stracciati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sembra un'ape ma non è, in estate arriva il bombo: come riconoscere questo insetto

  • Incidente tra via Libertà e via Notarbartolo, medico cinquantenne muore dopo 10 giorni

  • Appalti, scommesse e pizzo: undici arresti per mafia tra Noce e Cruillas

  • Prima un'erezione di 4 ore, poi la morte: come riconoscere il velenosissimo ragno delle banane

  • Folla senza mascherina al Berlin, scatta chiusura: "Denunciato il titolare"

  • Sue le serate più belle del nuovo millennio, Palermo piange per Darin "l'amico di tutti"

Torna su
PalermoToday è in caricamento