In funivia dalla Fiera al Santuario di Santa Rosalia: sboccia il progetto

L'opera è stata presentata da un gruppo di giovani professionisti palermitani. La base di partenza in città sarà un'area nei pressi della Fiera. Prevista una prima stazione di sosta al Castello Utveggio e l’arrivo al Santuario di Santa Rosalia

Una funivia per collegare la città con Monte Pellegrino. E’ questo il sogno che vuole trasformare in realtà il progetto presentato stamattina, nei saloni del Castello Utveggio, sede del Cerisdi, da un gruppo di giovani professionisti palermitani. Alla presenza dei consiglieri comunali Angelo Figuccia (Forza Italia), Luisa La Colla (Partito Democratico), Nadia Spallitta (Movimento 139) e Serena Bonvissuto (Gruppo Misto), l’architetto Luigi Macaluso e l’avvocato esperta in urbanistica Claudia La Sala hanno illustrato il progetto di massima dell’opera. La base di partenza in città sarà un’area nei pressi dell’attuale Fiera del Mediterraneo. Prevista una prima stazione di sosta al Castello Utveggio e l’arrivo al Santuario di Santa Rosalia.

Per costruire l’opera, ad impatto ambientale zero, che permetterà anche di trasformare in piste ciclabili le due attuali strade di collegamento tra la città e il Santuario, sarà lanciata una campagna di finanziamento aperta soprattutto ai privati, che, attraverso la formula del “project financing”, costruirebbero la funivia, avendone la concessione per alcuni anni, così come è già successo con il parcheggio sotterraneo davanti al Tribunale di Palermo.

Ad immortalare la presentazione della funivia, due giovani registi palermitani, Ruben Monterosso e Federico Savonitto, ex studenti del Centro sperimentale di cinematografia, che stanno realizzando un documentario su Monte Pellegrino che sarà pronto nei prossimi mesi.

“Nei prossimi giorni – afferma il consigliere comunale di Forza Italia Angelo Figuccia – costituiremo a Palazzo delle Aquile un comitato promotore dell’idea progettuale. Tra i nostri primi obiettivi, c’è quello di raccogliere, entro sei mesi, oltre centomila firma di cittadini per dare più forza alla nostra idea, che già in Sicilia e nel Meridione d’Italia si è concretizzata, come dimostrano l’isola di Capri e la relativa Anacapri, o la più vicina Trapani con la sovrastante e meravigliosa Erice o ancora Taormina”. 

Potrebbe interessarti

  • A cena fuori con tutta la famiglia, quali sono le pizzerie e i ristoranti bimbo-friendly a Palermo

  • Parrucche e trucco per chi affronta la chemio, La Maddalena inaugura "La stanza del sorriso"

  • Abitare sostenibile, quando il cappotto termico a casa ti salva l'estate e il portafogli

  • Menopausa, quali sono i rimedi naturali che le signore palermitane dovrebbero seguire

I più letti della settimana

  • Tragedia all'Orfeo, muore nel cinema a luci rosse mentre vede film porno

  • Lutto nel mondo del tifo palermitano, morto ultras della Curva Nord Inferiore

  • Incidente tra Isola e Capaci, auto "salta" il guardrail e invade la carreggiata opposta

  • Clamoroso: il Palermo non è riuscito a iscriversi al campionato di serie B

  • Incendio sulla Palermo-Sciacca, pullman dell'Ast divorato dalle fiamme

  • Nozze da "favola" per Jacopo, papà Zenga si emoziona e riabbraccia Andrea

Torna su
PalermoToday è in caricamento