Cittadinanza onoraria al linguista Sabatini: "Condivido battaglie di Orlando per i diritti di tutti"

Cerimonia ufficiale all'Auditorium del SS.Salvatore. Il filologo e presidente onorario dell'Accademia della Crusca, ha ricevuto il riconoscimento anche per "avere contribuito al cambiamento culturale di Palermo"

La consegna della cittadinanza - foto Stefano Patania

Cittadinanza onoraria di Palermo per Francesco Sabatini, linguista, filologo e presidente onorario dell'Accademia della Crusca. Il riconoscimento è stato conferito oggi dal sindaco Leoluca Orlando nel corso di una cerimonia che si è svolta all'Auditorium del SS. Salvatore nell'ambito della XXIII edizione della "Settimana di Studi Danteschi".

"Il conferimento della cittadinanza onoraria al professor Sabatini, punto di riferimento per la Cultura - ha dichiarato Orlando - è la conferma della credibilità e dell'attrattività del mondo scolastico e universitario palermitano nel panorama nazionale e internazionale. Ancora una conferma di una città profondamente cambiata".

Il riconoscimento è stato assegnato a Sabatini "per essere linguista, filologo, lessicografo, presidente onorario dell'Accademia della Crusca, professore emerito dell'Università degli Studi di Roma Tre, promotore di un ampio programma di studi, ricerche e informatizzazione della storia e dell'uso odierno della lingua italiana, ideatore della Settimana della lingua italiana nel mondo". E ancora "per essere un riferimento prezioso per la nostra città, con la partecipazione ai lavori delle Settimane di Studi Danteschi, e l'impegno profuso, con entusiasmo e rigore scientifico, in convegni, seminari e laboratori durante i frequenti incontri nelle scuole, di diverso ordine e grado, che costituiscono occasioni preziose per la crescita umana e culturale della nuove generazioni di cittadini, contributo importante al cambiamento culturale di Palermo".

"Sono molto orgoglioso di ricevere la cittadinanza - ha affermato Sabatini - anche perché l'inclusione nella comunità palermitana mi conforta e accresce le mie forze. Mai avrei pensato a questo atto da parte del sindaco di Palermo con cui condivido il percorso e le sue battaglie per i diritti di tutti e che mi porterà a essere un fedele cittadino palermitano". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rissa fuori dalla discoteca, ragazzo di 21 anni muore accoltellato a Terrasini

  • Coronavirus, primo caso a Palermo: turista di Bergamo è positiva

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • Giro di escort in pieno centro: facevano prostituire 10 palermitane, tre arresti

  • Sospetto caso di Coronavirus, mascherine e fuggi fuggi al pronto soccorso del Cervello

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

Torna su
PalermoToday è in caricamento