Minacce su Whatsapp al dj Sasà Taibi, condannato l'attore Francesco Benigno

Dovrà pagare 300 euro di multa, 1.500 di risarcimento al produttore di Radio Tivù Azzura e altri mille per le spese legali. Al centro del procedimento un "battibecco" nato tra i due in piena campagna elettorale durante le amministrative del 2017

Da sinistra Francesco Benigno e Sasà Taibi

Francesco Benigno condannato dal giudice di pace per minacce. Si è concluso ieri il procedimento penale nei confronti dell’attore palermitano diventato famoso per film come "Mary per sempre" e "Ragazzi fuori", querelato nel febbraio 2017 dal dj e produttore di Radio Tivù Azzurra Sasà Taibi. Al centro del procedimento alcuni messaggi, inviati anche con note audio tramite smartphone, che il giudice della sezione penale Antonio Cutaia ha ritenuto intimidatori. L'imputato e il suo avvocato valuteranno se impugnare o meno la sentenza.

A seguito della condanna Benigno dovrà pagare una multa di 300 euro, risarcire la vittima con 1.500 euro e pagare le spese processuali liquidate in 1.000 euro. Il caso era scoppiato in piene campagna elettorale quando il dj Taibi, commentando sui social la candidatura dell’attore palermitano, aveva detto: "Vota e fai votare Francesco Benigno, almeno sai già cosi ti risponderà se mai dovessi avere bisogno di lui o avrai da chiedergli qualche cosa". Il tutto a corredo del fermo immagine del film in cui Benigno urla una delle parolacce più utilizzate in Sicilia mentre si trova al mare.

Un post che ha fatto infuriare il fu candidato nelle liste de "I coraggiosi", poi passato alla corte del candidato sindaco Ismaele La Vardera (che lo ha querelato per danneggiamento e lesioni dopo lo scontro avvenuto davanti al comitato elettorale) raccogliendo meno di 200 voti. Da quel momento i due, che già si conoscevano, sono arrivati ai ferri corti e dopo uno scambio di messaggi poco lusinghieri, Taibi ha sentito la necessità di denunciarlo: "Ho dovuto farlo per tutelarmi, per un mio post su Facebook ha reagito malamente dicendo cose vergognose".

Alla querela messa nero anche Benigno ha risposto con una controquerela per diffamazione il cui procedimento è ancora in corso. Taibi ha già annunciato che non ha intenzione di mettersi in tasca i soldi del risarcimento danno che, a suo avviso, saranno più utili per altri scopi: "Sono disposto a non prendere nemmeno 1 euro se Benigno farà un versamento di 1.000 euro, risparmiandone quindi 500, a un'associazione di ragazzi down o disabili, come per esempio associazione 'Tutti insieme' di Rossella Valenza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente all'Acquapark, giovane batte la testa: ricoverato in gravi condizioni

  • Vendono frutta e verdura con il reddito di cittadinanza in tasca, nei guai 2 fratelli

  • Figlia morta dopo il Gratta e vinci perdente: chiesta condanna a 6 anni per la mamma infermiera

  • "Facciamo sesso a tre o divulghiamo il tuo video hard": condannata coppia che minaccia fidanzata figlio

  • Rientra verso il b&b ma si perde e chiede indicazioni, turista picchiato e rapinato

  • Tuffo all'Acquapark di Monreale, 26enne sarà sottoposto a intervento chirurgico

Torna su
PalermoToday è in caricamento