menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Colpisce ferocemente la compagna con un bastone in alluminio: arrestato

In manette un pregiudicato di 34 anni che ha "massacrato" la donna al culmine di un litigio per futili motivi all'interno del loro appartamento in zona Fiera. L'arrivo del figlio ha evitato il peggio. Poi i vicini hanno allertato la polizia

Massacra di botte la compagna mentre era intenta a fare le pulizie. Una violenza inaudita, tanto da piegare un bastone di metallo. La polizia nella notte ha arrestato un pregiudicato palermitano di 34 anni, con l'accusa di "maltrattamenti in famiglia". Un arresto che avviene proprio l'8 marzo, giorno dedicato alle donne.

La vittima è una casalinga, che da nove anni convive insieme al compagno in un appartamento nella zona della Fiera. Anni che sono sono andati avanti con lo sfondo di una violenza divenuta ordinaria mai, però, denunciata. Ieri sera però la brutalità del compagno ha raggiunto l’apice. L'uomo - un malvivente palermitano, peraltro sottoposto ai domiciliari dallo scorso ottobre - dopo un futile diverbio domestico, mentre la vittima stava effettuando delle pulizie, l’ha violentemente spintonata, facendola rovinare a terra e l’ha ripetutamente colpita col bastone della scopa in alluminio. "Addirittura deformato - spiegano dalla Questura - dalla violenza dei colpi inferti".

Conseguenze ancor più drammatiche sono state scongiurate dal casuale arrivo in casa del figlio quindicenne della donna, che si è frapposto tra aggressore e vittima, consentendo alla madre di fuggire fuori di casa. Quando gli agenti dell’ufficio Prevenzione generale e Soccorso pubblico - allertati dai vicini - hanno fatto ingresso nell’abitazione, hanno sorpreso l’aggressore ancora agitato intento a discutere animatamente con il figlio della convivente.

La donna, che nel frattempo ha raccontato agli agenti tutti i particolari del calvario, è stata condotta in ospedale e tenuta sotto osservazione per le numerose ferite riportate. Ma fortunatamente non è in pericolo di vita. L'arresto dell'aggressore è stato convalidato dall’Autorità Giudiziaria .

Potrebbe interessarti

Commenti (3)

  • La cosa veramente grave, anzi, VOMITEVOLE, è che questo coso inutile nel giro di max un paio di giorni sarà già libero di poter massacrare di nuovo la povera donna. Grazie leggi italiucule di m.!

  • Cosa ne penso? Visto e considerato che oggi ricorre la festa delle donne e che si parla tanto di "Femminicidio"! Trovata la soluzione a tutti i problemi...Mettete quest'individuo in una pubblica piazza e fatelo linciare dalle donne!!! Nessun'altro si permetterà mai più di fare del male ad una donna e verrà risolto il problema delle violenze. Finalmente!!! Cosi non sento più tante gallinelle criticare ingiustamente la Festa delle donne...

  • che **** .... fa il forte con una donna...anche se può sembrare il contrario il bastone di legno produce più lesioni di uno in alluminio che deformandosi assorbe l'urto

Più letti della settimana

  • Cronaca

    Sposo colpito in pieno volto dal drone, il matrimonio finisce in ospedale

  • Incidenti stradali

    Addio Alessandro Nasta, anima delle notti palermitane: "Difficile non vederti ridere"

  • Incidenti stradali

    Incidente in via Pietro Bonanno, si ribalta con l'auto: morto Alessandro Nasta

  • Incidenti stradali

    Gli amici piangono Alessandro Nasta: più di mille per i suoi funerali

Torna su