Tutto pronto per il Festino della santa "ribelle", 60 donne traineranno il carro

Al via la 390esima edizione della festa pagana dedicata a Rosalia e, quest'anno, all'universo femminile. Sul carro ideato da Renzo Milan, che raggiungerà il Foro Italico attraversando il Cassaro, la statua di Domenico Pellegrino. Chiuderanno la serata, come di consueto, i "fuochi d'artificio"

Il carro della precedente edizione del festino di Santa Rosalia

E' tutto pronto per la 390esima edizione del Festino di Santa Rosalia. Prenderà vita, a partire da giovedì 10 luglio, il calendario degli eventi dedicati alla patrona che si chiuderà con il corteo trionfale che percorrerà il Cassaro fino al lungomare del Foro Italico. A trainare il carro, realizzato dallo scenografo Renzo Milan e sul quale si erigerà la statua realizzata dallo scultore Domenico Pellegrino, ci saranno 60 donne palermitane. Gran finale, come di consueto, con i "fuochi d'artificio".

GUARDA ANCHE: EDIZIONE 2014, IL PROGRAMMA COMPLETO

"Questa festa pagana è dedicata alle donne, perché Rosalia è un esempio". Queste le dichiarazioni fatte in conferenza stampa dall'organizzatrice dell'edizione 2014 del festino, Monica Maimone della Mymoon, vittima di un'aggressione avvenuta pochi giorni fa. L'imprenditrice dello spettacolo varesina è stata avvicinata da due uomini a volto scoperto che, dopo averla fatta cadere ed averle sferrato un calcio, l'hanno anche minacciata: "Te ne devi andare da Palermo". Lo spiacevole episodio, che ha costretto la donna a muoversi con la scorta, non ha però intaccato il suo entusiasmo. Per la 390esima edizione ci saranno più di 50 performer, tra attori e danzatori, che daranno vita allo spettacolo popolare "Solitaria di Dio", che racconterà la vita della santa virtuosa e ribelle.

Otto quadri ed un prologo per uno spettacolo che, con l'ausilio di proiezioni e video scenografie sulla facciata della Cattedrale, metterà in luce il percorso della santa che l'ha condotta a rifiutare i privilegi della sua posizione sociale nella Palermo normanna. Forte e carico di significato il momento in cui sarà inscenato il simbolico taglio dei capelli, grazie al quale la santa sceglie di dedicare la sua vita agli ultimi. Prima dei giochi pirotecnici che illumineranno il lungo mare del Foro Umberto I, ci sarà spazio per i concerti di alcune band siciliane che proporranno canzoni, danze e parole per raccontare una Palermo che torna a essere l'ombelico del Mediterraneo, crocevia di nuovi migranti che offrono alla Santa i loro viaggi, il loro futuro e la loro speranza. Fra di loro ci saranno Mario Incudine, Antonio Vasta, Antonio Putzu, Manfredi Tuminello, Pino Ricosta, Emanuele Rinella, Francesca Incudine e la partecipazione straordinaria degli Akkura.

Due gli elementi dell'iconografia classica che caratterizzaranno la statua della patrona palermitana: un crocifisso ed un giglio in ottone argentato che Rosalia reggerà tra le mani. Lungo le vie del Cassaro, attraversando corso Vittorio Emanuele e fino alla Cattedrale, sfileranno anche gli assessori Agnese Ciulla e Giovanna Marano, l'imprenditrice Patrizia Di Dio, la stilista Roberta Lojacono, la segretaria regionale Fisac Cgil Francesca Artista, la regista e giornalista Anna Reiter.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • Giro di escort in pieno centro: facevano prostituire 10 palermitane, tre arresti

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

  • L'Arenella e lo Scotto da pagare: dallo "stigghiolaro" a Galati nella rete del racket

  • Paura Coronavirus a Partinico, studentessa arrivata da Shanghai: "Trattata come una minaccia"

Torna su
PalermoToday è in caricamento