Sos del consigliere Lepre: "Pericoli a Rocca-Mezzomonreale"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Da troppo tempo ormai il problema viabilità pubblica affligge il quartiere Rocca-Mezzomonreale, stiamo parlando della fermata Amat, ultima a monte del Corso Calatafimi, ubicata in un punto scomodo per l'utenza ed esposto a numerosi pericoli non ultimo il transito automobilistico proveniente dalla Circonvallazione di Monreale.

E' impensabile che nel 2014 si abbiano ancora problemi per raggiungere la fermata successiva (l'unica che porta a Monreale) ed una navetta, l'unica alternativa anche per anziani, donne in gravidanza, persone diversamente abili. Una salita ripida,la gente è costretta a transitare "in mezzo alla strada" fra pulman e automobili che sfrecciano a velocità sostenuta considerate le dimensioni del marciapiede che ne impediscono l'utilizzo e mette in luce un problema,purtroppo, che affligge molte zone della città le barriere architetoniche.

Non ultimo il problema della sosta dei passeggeri esposti a molteplici pericoli che comporta una fermata improvvisata, oltre all'assenza di panchina e tettoia. Questa è l'emergenza che il consigliere Salvatore Lepre (Articolo4) denuncia insieme al parroco della chiesa Santa Maria La Reale Padre Giuseppe Turco ed ai commercianti e cittadini residenti e non, che sono stati testimoni di numerosi incidenti che spesso hanno sfiorato situazioni letali. Il Consigliere Salvatore Lepre, chiederà udienza al presidente dell'Amat, per trovare una valida alternativa che rispetti le esigenze di tutti i tipi di utenza, e ancor di più, insisterà per riportare il capolinea a Monreale, considerato che il biglietto è stato obliterato nelle corse precedenti.

Torna su
PalermoToday è in caricamento