Farmacie bersaglio dei rapinatori, accordo per potenziare la videosorveglianza

E' quanto prevede un'intesa tra la Prefettura e Federfarma Palermo. Saranno installati nuovi impianti anti rapina collegati con le più moderne tecnologie alle centrali operative delle forze di pubblica sicurezza

Le farmacie sono, sempre più spesso, nel mirino dei rapinatori. L'ultimo caso ieri alla Marinella, dove sono entrati in azione due banditi armati di pistola. Per mettere un argine al fenomeno, parte anche a Palermo - dopo Roma - il sistema di "videosorveglianza attiva" che consente alle centrali operative delle forze dell'ordine "di interagire in diretta e di coordinare gli interventi tempestivamente salvaguardando l'incolumità dei present". Il prefetto Antonella De Miro e il presidente provinciale di Federfarma, Roberto Tobia, hanno firmato un protocollo di collaborazione nell'ambito dell'accordo quadro sottoscritto a livello nazionale dal ministero dell'Interno e da Federfarma e si prevede l'installazione nelle farmacie dei nuovi impianti di videosorveglianza antirapina collegati con le più moderne tecnologie alle centrali operative delle forze di pubblica sicurezza.

''Ringrazio il prefetto - dice Tobia -  per l'impegno profuso, volto a superare anche i nodi tecnologici, portando a raggiungere questo importante risultato assieme al questore e ai vertici provinciali delle forze dell'ordine. Un risultato importante per la nostra categoria, che dedichiamo alla memoria della dottoressa Giuseppina Iacona, assassinata il 21 novembre di quattro anni fa durante una rapina nella sua farmacia a Blufi. I farmacisti - aggiunge Tobia - speravano da tempo in questa forma di protezione attiva, prevista dall'accordo quadro firmato a suo tempo dall'allora ministro dell'Interno Angelino Alfano".

Giovedì 7 dicembre alle 20 presso Villa Zito saranno illustrati i dettagli dell'accordo. Saranno presenti il prefetto De Miro, il presidente di Federfarma Tobia, il questore Renato Cortese, il comandante provinciale dei carabinieri Antonio Di Stasio, il comandante provinciale della Guardia di finanza Giancarlo Trotta, il sindaco Leoluca Orlando.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quella notte d'amore all'Ucciardone, Graviano: "Ho fatto un figlio ed ero al 41 bis"

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • Donna di 52 anni muore al Policlinico, tensione in ospedale: familiari sporgono denuncia

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

  • L'Arenella e lo Scotto da pagare: dallo "stigghiolaro" a Galati nella rete del racket

Torna su
PalermoToday è in caricamento