Senzatetto occupano l’ex Onpi “Pagheremo anche l’affitto al Comune”

Antonella Monastra del gruppo Un'altra storia: "L'Amministrazione ha il dovere di rivedere i suoi progetti e andare incontro alle famiglie bisognose"

Piera Zagone 19 settembre 2011
4

Era una casa di riposo comunale per persone anziane e adesso è occupata da un gruppo di senza tetto occupano. La struttura in questione è l’ex Onpi, “un luogo accogliente, caldo, dove riporre al sicuro ricordi, affetti, vite intere” per descriverlo con le parole di Antonella Monastra, consigliere del gruppo Un’altra Storia. “L’ultima struttura comunale ad occuparsi di questo servizio – continua Monastra - era stata sgomberata brutalmente lo scorso giugno, con molti dei suoi venerandi ospiti passati a miglior vita dopo il trauma del trasloco coatto.  L’offesa agli anziani 'deportati’ senza tanti complimenti dalle loro stanze si è vista subito in tutta la sua gravità: non solo l’immobile è stato oggetto di ripetute aggressioni vandaliche e trasformato in deposito di motorini rubati ma gli è anche toccato l’ingrato compito di custodire molti effetti personali dei suoi ospiti”.

Annuncio promozionale

Oggi l’ex Onpi torna ad assolvere al suo compito di casa per persone bisognose. Lo fa però nel peggiore dei modi visto lo stato di degrado che la caratterizza. Da qualche giorno, infatti, per puro bisogno, alcune famiglie con bambini si sono ‘impossessate’ della struttura, promettendo di rimetterla a nuovo e di pagare un affitto al Comune. “Offrire un tetto e la prospettiva di un’esistenza letteralmente al riparo dalle intemperie – ha dichiarato il consigliere di Un’altra Storia - sarebbe solo una piccola, simbolica compensazione al danno che la collettività intera ha subito vedendo lo stato di abbandono in cui, in modo irresponsabile e gratuito, questa Amministrazione ha ridotto il luogo d’accoglienza di indifesi vecchietti”.

Antonella Monastra
Partanna-Mondello
Emergenza casa

4 Commenti

Feed
  • Avatar anonimo di gigi

    gigi Salve a tutti, in questi giorni la situazione si è aggravata. La postazione decentrata dell'anagrafe, servizio fondamentale nel territorio di Partanna Mondello, è stata evacuata per i crolli che si sono verificati a causa dei "lavori" di ristrutturazione compiuti dagli abusivi senzatetto. Visitando, qualche giorno fa, l'esterno della struttura delle lacrime mi sono scese..... Il giardino che prima era vivibile e si potevano portare anche i bambini a giocare è stato devastato, i piccoli e poveri giochi distrutti. Il fabbricato nell'assoluto degrado con "stili" architettonici diversi .... Il teatro inesorabilmente distrutto divenuto discarica .... Mi auguro che quanto prima si possa trovare una soluzione e che la struttura venga ridata alla comunità per ridare nuova dignità ad un luogo a cui gli abitanti della borgata sono particolarmente legati..... e soprattuto che torni presto la legalità...

    il 21 maggio del 2012
  • Avatar anonimo di Eduardo

    Eduardo Cara Antonella, mi chiamo Eduardo, da anni insieme ad un gruppo di volontari della Parrocchia di Partanna-Mondello, ci siamo occupati nel dare un sostegno umano e solidale ai nostri "CARI NONNI" dell' ex casa di riposo Onpi, visto che accanto la casa c'è una cappella assegnta alla sopradetta Parrocchia. Abbiamo fatto tante battaglie civiche contro l'abbandono, l'incuria, l'indifferenza, i danneggiamenti, il vandalismo, l'illegailità etc. etc., organizzando anche manifestazioni di varia natura, coinvolgendo scuole commercianti e altre realtà presenti nel territorio, affinchè la loro condizione migliorasse e l'area venisse riqualificata, come promesso da questo e da quell'assessore di turno. Di questo siamo molto rammaricati e volevamo aggiungere, che dopo vari tanti tentativi di "buttare fuori" gli Anziani, dalla casa di riposo, opposta da noi volontari con forza anche con una petizione portata in consiglio comunale nel 2009, alla fine ci sono riusciti. Parliamo di quel vile giorno del 04 giugno 2010, dove ancora oggi, alcuni degli anziani piangono con quella sofferenza che ben puoi comprendere mentre qualcun'altro/a per il dolore c'è morto (Elena Perini). Oggi si attendono quelle promesse che puntualmente non sono arrivate, quelle di ristrutturare subito tutti i plessi e che entro Dicembre 2011 sarebbe uscito il bando per assegnare la gara per i lavori di riqualifica dando una speranza a quegli Anziani che ancora oggi attendono. Ma la beffa più grande e l'amarezza, è che a gennaio 2012 non solo tutto questo è stato disatteso da questa amministrazione comunale assente, ma da qualche mese se ne sono impossessati, per necessità,circa 50 famiglie senza tetto delle varie borgate circostanti, i quali nell'assoluta naturalezza si sono appropriati delle strutture e che a modo loro hanno e stanno eseguendo opere murarie per dividersi le stanze con allacci abusivi di acque bianche e nere e luce. Ormai la cappella, che faticosamente avevamo ristrutturato, attraverso quest'opera di volontariato, continua a subire atti vandalici non potendola più utilizzare, fino a qualche giorno fà hanno portato via porte e finestre interne. Si potrebbe scrivere un bel libro....sulla storia dell'ex onpi, quando questo luogo dava al territorio una risposta sociale importantissima, dagli anziani ai bambini con risvolti culturali diversi da quelli che oggi purtroppo non si è potuto fare con i nostri figli. Noi non vogliamo più subire, questa totale indifferenza da parte degli Istituti competenti, di prendersi le loro responsabilità. Rimaniamo nella speranza che si possa trovare una collocazione più dignitosa per gli attuali occupanti, sicuramente costretti da quelle necessità e dal bisogno di avere un tetto sulla testa. Questo luogo è stato donato alla fine degli anni 50 dal barone Filippo Santocanale per ospitare gli anziani del territorio. Desiderio che fù espresso dal Cardinale Ernesto Ruffini. Poi purtroppo dal 1999 venne acquistato dal comune di Palermo è fù la fine. Un caro saluto dai " Volontari della Parrocchia Santa Maria degli Angeli" ........................

    il 10 gennaio del 2012
  • Avatar anonimo di MERIT

    MERIT Quella struttura e una forma di scempio al degrado della borgata di Partanna ci manca solo che L'abbiano occupata gente che tra un po se la vedrà crollare addosso -.-

    il 4 gennaio del 2012
  • Avatar anonimo di vanessa

    vanessa io sono la sorella di 3 ragazzi che hanno occupato l'ex onpi in cui anno 6 bambini piccolini e donne in gravidanza ...anno bisogno di un tetto aiutateli

    il 3 ottobre del 2011