Denunciato per procurato allarme all'Università, il marocchino sarà espulso

Così ha deciso il giudice nell'udienza di convalida del provvedimento emesso dalla prefettura. L'avvocato annuncia il ricorso: "Procedimento illegittimo. Da quando è al Cie non ha seguito la terapia, questo è rischioso"

Il giovane marocchino dello "scherzo" all'Università sarà espatriato. Così ha stabilito il giudice Giulio Castellino dopo l'udienza di convalida celebrata questa mattina al Cie di Pian del Lago, a Caltanissetta. S.M., 26 anni, resterà nella struttura in attesa in attesa che il provvedimento emesso dalla Prefettura diventi esecutivo. "Impugneremo il decreto - spiega l'avvocato Ilenia Grottadurea - perché il procedimento è illegittimo, come già stabilito da alcune sentenze della Cassazione rispetto a chi soffre di problemi psichici".

VIDEO - "STAVAMO MANGIANDO, SONO SCAPPATI TUTTI": IL RACCONTO DEI PRESENTI

Il ragazzo, a Palermo da quasi 10 anni, studiava al Seci dell'ex facoltà di Economia. Da un po' dormiva al Santi Romano, struttura viale delle Scienze che ospita studenti fuorisede e non. Nello stesso edificio si trova la mensa dove il marocchino qualche giorno fa aveva detto: "Chi é ebreo esca, chi è cristiano esca, chi vuol salvarsi la vita esca. Restino solo i satanisti". Nell'ateneo sono arrivate diverse volanti di polizia e il marocchino è stato denunciato per procurato allarme. Mentre rientrava nella struttura di via La Loggia dove era in cura, gli agenti della Digos sono andati a prelevarlo per trasferirlo a Caltanissetta.

"Sono preoccupata per il mio assistito - spiega l'avvocato - perché non ha potuto seguire la terapia. Tra l'altro mi ha mostrato alcuni lividi che, ha riferito, gli sarebbero stati provocati dagli agenti della Digos durante il trasferimento dal Cta. Ma non ho avuto modo di riscontare quanto mi ha detto. Ho prodotto una memoria sulla vicenda, i certificati dell'Asp che comprovano la sua patologia psicofisica e quanto prima presenterò il ricorso contro la revoca del permesso di soggiorno e contro il provvedimento".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rissa fuori dalla discoteca, ragazzo di 21 anni muore accoltellato a Terrasini

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • Giro di escort in pieno centro: facevano prostituire 10 palermitane, tre arresti

  • Sospetto caso di Coronavirus, mascherine e fuggi fuggi al pronto soccorso del Cervello

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

Torna su
PalermoToday è in caricamento