Eroina a bordo, tassista palermitano si difende in Tribunale: "Non sapevo nulla..."

Il 31 ottobre 2012 venne arrestato sulla A29 dagli agenti del commissariato di Marsala. All’alt imposto dalla polizia reagì facendo dietrofront e poi speronando la volante. In macchina con lui c'erano altre due persone, anche loro finite in manette: "Trasportavano droga ma a mia insaputa"

A bordo del suo taxi - insieme ad altre due persone - stava trasportando eroina acquistata a Palermo e destinata ad essere spacciata a Marsala. Daniele Testagrossa, palermitano di 48 anni, tassista, il 31 ottobre 2012 fu arrestato dagli agenti del commissariato di Marsala insieme a Giusy Angileri e ad Alfredo Energico.

Il palermitano è l’unico imputato del processo per fatti di droga denominato “Angileri Gisella + 16” che ha deciso di sottoporsi all’interrogatorio. "Non sapevo che Giusy Angileri, che mi aveva chiesto di essere trasportata da Palermo a Marsala con il mio taxi, trasportava droga. Altrimenti non l’avrei fatta salire in auto": così Testagrossa ha tentato di giustificarsi in Tribunale, dicendo di non sapere che la Angileri era in possesso di stupefacenti. A riportarlo è il sito Tp24.it. "Eppure il palermitano - si legge sul sito trapanese - a Mazara, all’alt imposto dalla polizia all’uscita dall’autostrada A29, frenò bruscamente e fece inversione di marcia, ripartendo a gran velocità. Anche se alla fine gli agenti raggiunsero i fuggitivi e li arrestarono".

All’alt, spiegò la polizia dopo gli arresti, il tassista reagì facendo dietro-front e imboccando nuovamente l’autostrada in direzione contraria e ad alta velocità. Inseguiti e raggiunti, Testagrossa speronò la volante, mentre Giusy Angileri tentava di disfarsi dell’eroina contenuta in una busta di plastica. "Non convince, dunque, l’autodifesa del tassista - si legge su Tp24.it -. Se non sapeva della droga, perché allora ha tentato la fuga?".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Reddito di cittadinanza, parte la fase 2: i lavori socialmente utili diventano obbligatori

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

  • Spopola a Palermo la truffa dello specchietto: "Piovono segnalazioni..."

Torna su
PalermoToday è in caricamento