Gli organi della piccola Martina salveranno la vita a quattro bambini

Si è concluso con successo l'intervento per il prelievo di cuore, cornee, fegato e reni sul corpo della tredicenne Martina Bologna, travolta dalle onde a Isola. Ad eseguirlo un’equipe di medici sotto il coordinamento del Centro regionale trapianti

Martina Bologna

Grazie a lei quattro bambini potranno tornare a sorridere. Si è concluso con successo all’alba di questa mattina l’intervento chirurgico per prelevare gli organi da Martina Bologna, la tredicenne deceduta a Isola delle Femmine dopo essere stata travolta dalle onde, mentre prendeva il sole con la cugina e la zia. Quei minuti passati sott’acqua, nonostante il tentativo dei medici di strapparla alla morte, hanno provocato danni irreparabili.

Dopo la procedura per dichiarare la morte cerebrale del paziente, seguita dai dottori Sabrina Vigna e Massimo Donzelli (referente per i trapianti al Cervello), è stato allertato il Centro regionale trapianti Sicilia diretto dalla dottoressa Bruna Piazza. Ad eseguire l’intervento di prelievo durato quattro ore un’equipe composta da chirurghi provenienti dall'ospedale Padova, dai colleghi dell’Ismett di Palermo, dagli specialisti dell'azienda ospedaliera Villa Sofia-Cervello Maria Piazza e Massimo Sciascia e dagli infermieri Fabrizio Bilello, Roberto Cacioppo e Maurizio Brucia.

Tutti gli organi sono destinati a pazienti pediatrici: il cuore andrà in Veneto, il fegato all’Ismett e le cornee alla Banca degli occhi che deciderà successivamente la destinazione in base alle liste d’attesa. Per i reni, invece, si è dovuta attendere qualche ora per avere l'esito delle prove di compatibilità: andranno a Genova e Milano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con un grande gesto di generosità i genitori della tredicenne, che poche settimane fa aveva superato fa gli esami di terza media, hanno dato il consenso per il prelievo degli organi coscienti del fatto che ciò avrebbe potuto anche salvare la vita di qualche altro giovane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sembra un'ape ma non è, in estate arriva il bombo: come riconoscere questo insetto

  • Appalti, scommesse e pizzo: undici arresti per mafia tra Noce e Cruillas

  • Sue le serate più belle del nuovo millennio, Palermo piange per Darin "l'amico di tutti"

  • Prima un'erezione di 4 ore, poi la morte: come riconoscere il velenosissimo ragno delle banane

  • Folla senza mascherina al Berlin, scatta chiusura: "Denunciato il titolare"

  • Mafia, colpo al mandamento della Noce: ecco i nomi degli 11 arrestati

Torna su
PalermoToday è in caricamento