Vietato fumare nella spiaggia di Capaci, fino a 500 euro di multe per i trasgressori

Il sindaco ha firmato l'ordinanza che entrerà in vigore dal primo giugno. L'obiettivo è duplice: tutelare la salute dei cittadini e l'ambiente. Pietro Puccio: "E' compito degli amministratori dare indicazioni che vanno in direzione di comportamenti civici sempre più virtuosi"

Uno dei lidi di Capaci

Dal primo giugno vietato fumare nelle spiagge di Capaci e abbandonare rifiuti di prodotti da fumo (cicche di sigaretta, pacchetti, astucci, ecc.) sul suolo e nelle acque. Il sindaco Pietro Puccio ha firmato l'ordinanza che introduce multe da 25 a 500 euro per i trasgressori. L'obiettivo è duplice: tutelare e salvaguardare la salute dei cittadini e l'ambiente. Sarà consentito fumare solo nelle piattaforme degli stabilimenti balneari, nei bar e nei locali annessi. 

"Riteniamo - spiega il primo cittadino - che l’adozione di tali provvedimenti sia una decisione anche eticamente doverosa per tutelare l’incolumità e la salute di tutti, soprattutto dei non fumatori e delle persone più deboli (anziani, bambini, donne in stato di gravidanza). Riteniamo inoltre che uno dei compiti principali di un amministratore sia anche quello di non assecondare passivamente e di non strizzare l’occhio furbescamente alle cattive abitudini dei propri concittadini, ma di proporre concretamente, attraverso degli atti amministrativi, delle indicazioni eticamente gratificanti in direzione di comportamenti civici sempre più virtuosi".

Per tutelare il decoro urbano il sindaco ha firmato anche una seconda ordinanza che obbliga i cittadini alla pulizia e al ripristino del suolo del sagrato delle chiese locali e/o del Palazzo Comunale con relative aree pertinenziali, dal riso, dai coriandoli, dai petali di rosa, dalla carta e da ogni altro tipo di materiale lanciato in occasione di festeggiamenti per matrimoni con il rito civile o religioso, o per altri eventi e/o ricorrenze (battesimi, comunioni, cresime, ecc.), sia di carattere pubblico che privato.

"Tale misura, anche se mira a limitare e ad arginare una liberatoria manifestazione di gioia - conclude Puccio - in occasione di una ricorrenza particolare (pur se comprensibile sotto l’aspetto emotivo ed umano), si è resa opportuna al fine di tutelare l’incolumità pubblica da un potenziale pericolo per la sicurezza dei pedoni ed il decoro delle aree antistanti il sagrato delle chiese e l’ingresso del palazzo istituzionale del Comune".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • Incidente a Monreale, scontro frontale tra due auto sulla circonvallazione: un morto

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Francesco Benigno in tv: "Mio padre mi legava con le catene, ho dormito dappertutto"

  • Nuova tragedia in sala parto: neonata muore alla clinica Triolo Zancla

  • Finanzieri in una palestra di Cefalù, sequestrate attrezzature per il fitness: "Erano contraffatte"

Torna su
PalermoToday è in caricamento