Caos traffico, divieti per le auto a ridosso delle scuole: ecco le "zone cuscinetto"

Con tre distinte ordinanze il Comune conta di eliminare gli ingorghi vicino i plessi scolastici Tenente Onorato, Nicolò Garzilli, Abba Alighieri. Si parte il 10 dicembre nelle vie Tacito e Catullo. Catania e Orlando: "Più sicurezza per gli studenti"

Scattano i divieti per le auto a ridosso delle scuole. Con tre diverse ordinanze, il Comune istituisce in via sperimentale le "zone cuscinetto".

La prima ordinanza, che decorre a partire dal 10 dicembre prossimo, disciplina la circolazione nelle vie Tacito e Catullo, con l'istituzione di una area di sicurezza “zona cuscinetto”, a servizio del plesso scolastico “Tenente C. Onorato”. In particolare, in via Tacito - nel tratto di strada senza uscita compreso tra l'intersezione con la via Catullo ed il civico 34 - viene istituito il divieto di transito nei due sensi di marcia. Il provvedimento valido solo per i giorni del calendario scolastico dell'istituto, (dal lunedì al venerdì), secondo le seguenti fasce orarie: dalle 07,50 alle 08,10; dalle 12,50 alle 13,10; dalle 13,50 alle 14,10.

In via Catullo - nel tratto di strada senza uscita compreso tra l'intersezione con la via Tacito e piazza Sallustio - divieto di transito nei due sensi di marcia. Il provvedimento è valido solo per i giorni del calendario scolastico dell'istituto (dal lunedì al venerdì), secondo le seguenti fasce orarie: dalle 07,50 alle 08,10; dalle 12,50 alle 13,10; dalle 13,50 alle 14,10. La seconda ordinanza regolamenta - a decorrere dal 17 dicembre 2019 - la circolazione in via Col della Berretta, con l'istituzione di una area di sicurezza “zona cuscinetto”, a servizio del plesso scolastico “Nicolò Garzilli”.  

In particolare, in via Col. della Beretta viene istituito il divieto di transito nel senso di marcia consentito. Il provvedimento è valido solo per i giorni del calendario scolastico dell'istituto, secondo le seguenti fasce orarie: dal lunedì al giovedì: dalle 13,00 alle 13,45; il venerdì: dalle 12,30 alle 13,15. Infine, la terza ordinanza regolamenta la circolazione in via Alberto Rallo, nel tratto compreso tra la via Giuseppe Cimbali e la via  Enrico Fileti a servizio dei plessi scolastici "Abba Alighieri", di un asilo nido comunale nonché per la presenza di un istituto di infanzia privato. Nel dettaglio, viene istituito il divieto di transito nei due sensi di marcia. Il provvedimento - operativo dal 14 gennaio 2020 - è valido solo per i giorni del calendario scolastico degli istituti, secondo le seguenti fasce orarie: dal lunedì al venerdì: dalle 07,30 alle 08,15; nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 12,45 alle 13,15; nei giorni di martedì e giovedì  dalle 12,45 alle 14,15.

"La volontà di aumentare la sicurezza delle studentesse e degli studenti e quella di ridurre le emissioni inquinanti davanti le scuole è un'esigenza condivisa con tanti dirigenti scolastici, con cui ci siamo confrontati preventivamente". Così Giusto Catania, assessore all'Ambiente e alla Mobilità, che sottolinea: "Per questa ragione abbiamo elaborato un piano di intervento che coinvolgerà numerose istituzioni scolastiche. Da mesi c'è un lavoro di monitoraggio, fatto da tecnici comunale e da agenti della polizia municipale che hanno fatto sopralluoghi davanti a tutte le scuole palermitane. L'obiettivo è quello di intervenire davanti ad una ventina di plessi entro la fine del corrente anno scolastico e programmare, a partire dal settembre 2020 gli altri interventi, al fine di completare l'attività entro giugno 2022 con circa un centinaio di plessi. Queste ordinanze nascono dall'esigenza di rispondere allo studio fatto, qualche mese fa, da Greenpeace che ha stimato che a Palermo davanti a nove istituti su dieci le concentrazioni di biossido di azoto sono spesso ampiamente al di sopra del valore individuato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità per la protezione della salute umana. I bambini palermitani quindi sarebbero esposti a una concentrazione troppo alta di agenti inquinanti e cancerogeni i cui effetti potrebbero colpire le vie respiratorie, sistema sanguigno e funzioni cardiache".

"L’amministrazione comunale intende tutelare la popolazione scolastica delle nostre scuole dai rischi sanitari connessi all'inquinamento - dichiara il sindaco Leoluca Orlando - e siamo fiduciosi che i genitori comprendano che la tutela della salute dei bambini sia prioritaria rispetto all’insana comodità di accompagnare i figli in automobile davanti il portone della scuola".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo protagonista, prevista "tempesta violenta": diramata allerta meteo gialla

  • La lettera: "Silvana Saguto ci hai tolto tutto, tu mangiavi sempre al ristorante e noi un pezzo di pane"

  • Folle serata allo Sperone, litiga con la moglie per i Sofficini e viene arrestato

  • L'arancina più buona a Palermo, gara alla vigilia di Santa Lucia: vince il Bar Matranga

  • Centro Convenienza chiude e non consegna i mobili già pagati: "Clienti truffati"

  • Un colpo di pistola in aria e poi l'assalto al portavalori, rapina da 65 mila euro a Bagheria

Torna su
PalermoToday è in caricamento