Villa Trabia, via i sigilli dall’ex foresteria: iniziano i lavori del Pyc

Grazie a un progetto della Presidenza del Consiglio dei ministri l’immobile, che si trova nell’area vicina all’ingresso di via Piersanti Mattarella della villa settecentesca, tornerà a essere fruibile. Nuzzo: “Siamo molto emozionati. Aiuteremo il Comune a recuperare qualcosa che ad oggi rappresenta uno sfregio alla bellezza di Villa Trabia”

L'ex foresteria di Villa Trabia che sarà ristrutturata

Via i sigilli dall’ex foresteria di Villa Trabia, laddove sorgerà un nuovo circolo aggregativo e culturale. Ieri l’area è stata dissequestrata temporaneamente dal gip per permettere i lavori di messa in sicurezza e la rimozione di chili e chili di eternit abbandonati nella villa settecentesca. Si tratta di un progetto finanziato a livello nazionale dalla Presidenza del Consiglio dei ministri, che ha affidato la struttura al Palermo Youth Center, costituita fra le altre dall’associazione Arci The Factory e da Csf (Cooperazione senza frontiere). “Siamo molto emozionati - spiega Federico Nuzzo, presidente dell’associazione The Factory - e riponiamo grandi aspettative su questo progetto di recupero che ci permetterà di incrementare l’offerta culturale palermitana”.

L’area, cui si accede dall’ingresso di via Piersanti Mattarella, ha vissuto nel degrado da parecchi anni. Dopo incendi, bonifiche per rimuovere eternit e siringhe, e l’indagine interna disposta dal sindaco Leoluca Orlando per fare luce sulle condizioni della villa, l’immobile è stato affidato in concessione al Pyc, cui spetterà il compito di ristrutturarla e renderla fruibile. “In questa fase - aggiunge Nuzzo - è stata fatta una gara d’appalto privata per la rimozione dei rifiuti pericolosi, poi si procederà con il dissequestro definitivo. Se tutto andrà come Dio vuole a febbraio le opere di ristrutturazione saranno terminate”.

“Il Pyc è ormai da più di un anno un punto di riferimento per i giovani palermitani per aggregazione e partecipazione, contando ad oggi quasi 4.000 soci. Grazie a questo progetto - prosegue Nuzzo - aiuteremo l’Amministrazione a recuperare un immobile che ad oggi rappresenta uno sfregio all’impareggiabile bellezza di Villa Trabia. Questo progetto dimostra come sia possibile, nel rispetto delle regole, valorizzare il patrimonio di questa città e offrire qualcosa di nuovo. Oggi, in un forte periodo di crisi economica e sociale, ciascuno di noi è chiamato a dare il proprio contributo affinché Palermo possa riconquistare il posto che merita nel panorama culturale europeo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da Campofiorito, vede disegno della figlia in tv e dà sue notizie: "Sto bene"

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • L'agguato con la pistola e la rapina in mezzo al traffico, arrestato diciassettenne

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Incidente mortale in viale Croce Rossa, automobilista travolge e uccide una donna

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

Torna su
PalermoToday è in caricamento