Riusciva e resettare tv e cellulari rubati, denunciato ingegnere all'Albergheria

A rispondere del reato di ricettazione sarà un ivoriano di 40 anni. La polizia ha trovato a casa sua, in vicolo Muzio, decine di dispositivi elettronici ai quali era riuscito a cambiare il codice Imei grazie alle sue competenze informatiche

L'ingresso di vicolo Muzio (foto Google)

Nella sua abitazione c’erano cellulari, monitor e computer che, grazie alla sua laurea in ingegneria informatica, era riuscito a resettare per nasconderne la provenienza. La polizia ha denunciato un ivoriano di 40 anni con l’accusa di ricettazione dopo il blitz nel suo appartamento in vicolo Muzio, all'Albergheria.

Gli agenti, sospettando che l’uomo nascondesse decine di dispositivi elettronici rubati, hanno perquisito l’appartamento e trovato macchine fotografiche digitali, consolle, tv e altro ancora. “Alla richiesta di chiarimenti sugli apparecchi - spiegano dalla Questura - l’ivoriano ha tenuto la bocca cucita”.

Grazie alle sue competenze informatiche il quarantenne ingegnere era riuscito a cambiare o eliminare i codici Imei, identificativi dei vari dispositivi, che sarebbero serviti per risalire ai proprietari e per questo motivo sarà difficile riconsegnare il materiale messo sotto sequestro.

“Finora - concludono dalla Questura - è stato possibile accertare la provenienza di alcune pendrive e di un modem che erano stati rubati a una ditta che stava effettuando lavori in un ospedale palermitano". Dispositivi che sono già stati riconsegnati ai titolari della ditta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da Campofiorito, vede disegno della figlia in tv e dà sue notizie: "Sto bene"

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • L'agguato con la pistola e la rapina in mezzo al traffico, arrestato diciassettenne

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

  • Conti in banca, auto di lusso e un ristorante: sequestrati beni a un 37enne di Partinico

Torna su
PalermoToday è in caricamento