Stanze e bagni abusivi, quattro denunce a Cefalà Diana: scattano i sequestri

I militari di Villafrati hanno effettuato un servizio di controllo del territorio scovando tre cantieri, uno dei quali ancora aperto, non autorizzati. Sigilli su un'area complessiva di oltre 80 metri quadrati

Stanze aggiuntive, rimesse e bagni abusivi. I carabinieri di Villafrati hanno denunciato quattro persone di Cefalà Diana per abusivismo edilizio segnalandoli alla Procura della Repubblica di Termini Imerese. A seguito dei controlli nell’abitazione di due coniugi di 75 e 65 anni i militari hanno trovato un cantiere aperto vicino alla loro proprietà, dove già erano stati alzati i muri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un altro settantenne aveva ampliato la propria casa con due stanze, recuperando uno spazio di 33 metri quadrati. Lo stesso aveva fatto un 63enne, all’interno della sua proprietà, che ha costruito una rimessa e un bagno su un’area complessiva di 40 metri quadrati. I quattro soggetti sono stati deferiti in stato di libertà all’autorità giudiziaria di Termini Imerese e i manufatti sono stati posti sotto sequestro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto al largo di Palermo, scossa di magnitudo 2.7 avvertita dalla popolazione

  • Via dell'Arsenale, donna si lancia dal balcone e muore

  • Malore mentre fa il bagno al mare, morta una donna a Mondello

  • Figlia morta dopo il Gratta e vinci perdente: chiesta condanna a 6 anni per la mamma infermiera

  • Con lo scooter investì e uccise un anziano e il suo cane, morto un trentenne

  • Suicidio all'Uditore, cinquantenne si getta dalla finestra e muore

Torna su
PalermoToday è in caricamento