Tra le grandi città Palermo è la più sicura d'Italia: in calo tentati omicidi, furti e rapine

A dirlo è l'Istat che ha pubblicato oggi il report con i dati relativi ai delitti denunciati dalle forze di polizia, carabinieri e guardia di finanza all’autorità giudiziaria dal 2012 al 2017. Il sindaco Orlando: "La sicurezza si costruisce tramite un intervento sociale a 360 gradi"

Palermo è la grande città più sicura d'Italia: con 4.428 delitti ogni 100 mila abitanti, anche nel 2017, conquista il tasso di delittuosità più basso. Per il terzo anno consecutivo registra una diminuzione rispetto all'anno precedente del 5,7% e del 19,6% rispetto al 2012. Diminuiscono i tentati omicidi (passati dal 2016 al 2017 da 22 a 11), i furti (-10,4% rispetto al 2016) e le rapine (-29,6% rispetto al 2016). In particolare quelle negli uffici postali (-46,7% rispetto al 2012 e - 80% rispetto al 2012) e negli esercizi commerciali (-46,6% rispetto al 2016 e -68,9% rispetto al 2012).

A dirlo è l'Istat che ha pubblicato oggi il report con i dati relativi ai delitti denunciati dalle forze di polizia, carabinieri e guardia di finanza all’autorità giudiziaria dal 2012 al 2017 nelle grandi città italiane. La città con il tasso di delittuosità totale più elevato è Milano, con un valore (10.908,2 delitti ogni 100 mila abitanti) più che doppio rispetto a Palermo, seguita da Bologna (9.974,9) e Firenze (8.885,9). Le altre due grandi città del meridione (Napoli e Bari) fanno registrare entrambe un valore prossimo a 6 mila delitti ogni 100 mila abitanti.

Il report completo

"I dati ufficiali diffusi dall'Istat sulla base dei numeri raccolti dal Ministero dell'Interno - commenta il sindaco Leoluca Orlando - confermano essenzialmente due cose: la prima è che a Palermo diminuisce la criminalità ordinaria. Questo lo si deve sicuaramente all'egregio lavori di prevenzione svolto dalla forze dell'ordine ma lo si deve anche al fatto che ampie zone della città sono tornate ad essere fruibili e vivibili, quindi più sicure per tutti e al fatto, confermato dai dati statistici su imprese e occupazione, che da un biennio a Palermo si stanno crando nuove opportunità di lavoro, con evidenti ricadute sul piano della sicurezza sociale. Il secondo dato che questi dati ufficiali del Viminale confermano è che la sicurezza, quella vera, si costruisce tramite un intervento sociale a 360 gradi, nel quale la parte securitaria e repressiva è importante, necessaria ma non è predominante. Costruire sicurezza vuol dire prima di tutto costruire comunità, provando a garantire a tutti i diritti fondamentali, primi fra tutti quelli alla dignità, al lavoro, alla casa e alla salute".

"Con riguardo a queste ultime cifre di raffronto fra le città  - precisa l'Ufficio statistica del Comune di Palermo - per una corretta interpretazione dei dati si deve tener conto della differente propensione a denunciare i delitti nei diversi contesti geografici, fenomeno che assume maggiore rilevanza al diminuire della gravità del delitto subito". 
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (40)

  • Solo frutto dell'alea..

  • Avatar anonimo di klauss
    klauss

    bisognerebbe riferire al Dott Leoluca, chi sono gli autori del reati...nella grande maggioranza sono ad opera di extracomunitari...e' sufficente vedere la popolazione carceraria...ma lui oltra alla sua panza non guarda!

  • Dottore Hoollà avi na vita ca ci l'è diri!!!111!!!1!1!

  • Certamente tutto merito di Orlando shahahaha

  • Le statistiche si basano su fatti denunciati.....e quindi non rispecchiano la realtà. A mio parere Palermo è molto più violenta ed insicura di qualche anno fa.

  • Non tutti i reati vengo denunciati. Molti cittadini evitano la denuncia per paura di ritorsioni nei loro confronti. Le pene sono molto blande è dopo pochi giorni si ritrovano faccia a faccia con il loro aggressore, quindi evitano le denunce. I numeri dell'Istat sono presi da atti certi ma non corrispondono con la realtà criminale presente nella nostra città.

  • Avatar anonimo di Onofrio
    Onofrio

    E il sindaco Ollando pensa a mangiare con gli amici suoi...un tempo eravamo alle prime posizioni... ora siamo agli ultimi posti! Ollando dimettiti!!! E' finita la pacchia!111!!

  • Avatar anonimo di Vannuzzu
    Vannuzzu

    Ma quale citta' sicura, di sicuro c'è che a Palermo la gente non denuncia contatto calano I reati perche' ormai la "denuncia" e' solo una ulteriore perdita di tempo.personalmente posso assicurare che in passato ho denunciato 2 reati, il primo vengo aggredito per strada davanti a testimoni,..."no vengono a cercare" ed io ritiro la denuncia davanti la polizia con l'aggressore accanto....seconda, denuncio aggressione a mio figlio minore da piu' soggetti fatta davanti ad un vigile urbano Fermo con l'auto di servizio il quale parla con l'aggressore e lo fa andare gia...A seguito della mia denuncia il comando del vigili urbani dichiara che nessuno vigile e nessuna auto di loro si trovava in quel posto...in quel momento!!! Gia' , I reati sono in diminuizione e noi siamo dei..."visionari"!!!

  • Certo è incredibile leggere certi commenti, l'istat comunista non l'avevo mai sentito, lo sport di arrampicarsi sugli specchi, mischiata con ignoranza e cafonaggine, crea un cocktail mefitico.

  • congratulazioni alla polizia di stato

  • Avatar anonimo di 800a
    800a

    Di sicuro e' che a chiu' ngrasciata.

  • State sempre a lamentarvi. Ma basta

  • Avatar anonimo di Senzapaura
    Senzapaura

    Sono del parere della ficurinnia.

  • Avatar anonimo di Senzapaura
    Senzapaura

    Maurizio effettivamente è così.

  • intanto mi futteru a smart e menu mali che siemu sicuri

    • Congratulazioni.

  • Dimenticano di dire che c'è un sacco di gente che nemmeno li denuncia i reati subiti, o per vergogna, o perchè ritiene che sia una perdita di tempo, o perchè ha il carbone bagnato come si suole dire o per chissà che altro. E penso che non sia una percentuale da poco.

  • Palermo:Siete su scherzi a parte aaaaaaaaaa

  • Colpa di ollando

  • E' un po' come affermare che l'ammalato è guarito perché ha smesso di lamentarsi, mentre in realtà ha smesso di lamentarsi perché è morto. I dati si basano sul numero di denunce presentate, ma si sa che molta gente nemmeno denuncia perché non crede più nelle istituzioni.

  • Avatar anonimo di Ahahah
    Ahahah

    AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH, ma sono troppo avanti, chi glie le scrive le battute Gino e MIchele??

  • ollando to cumpari ri l'istat ..non sa che abbiamo 70000 immigrati di cui 69900 sono spacciatori , maniaci , truffardini, borseggiatori ..ecc..eccc...

  • Ad integrazione del mio precedente messaggio, qualche avviso ai naviganti: 1) le statistiche non le fa "ollando"o "lu cumuni". Ma professionisti aventi competenze specifiche. I metodi di rilevazione e aggregazione di dati ve li potete studiare, se vi interessa. 2) se voi vi sentite "insicuri", non è che la realtà oggettiva dell'intera città corrisponde alla vostra percezione (o alla vostra situazione strettamente personale). E il fatto che questa o altre testate locali riferiscano spesso di crimini non contraddice questi resoconti statistici. È ovvio e del tutto naturale, infatti, che i giornali debbano riferire di fatti fuori dal comune. Furti, rapine, pestaggi e simili. Che ci stanno a fare, altrimenti?? Ed è inevitabile che in una grande città fatti del genere capitino, anche all' ordine del giorno. Il crimine comune NON È eliminabile del tutto. Chi vi vuol far credere il contrario è un cialtrone. Cerchiamo di usare il cervello.

    • ecco appunto usa il cervello e apriti gli occhi ...non fare come i cavalli o le pecore che seguono ollando perché per adesso conviene cosi....!!

    • Togli quella foto profilo ridicola.

  • Veramente, l'unica cosa che si arguisce con certezza dai dati ISTAT è che sia diminuito il numero di reati DENUNCIATI, non che si sia ridotto il numero di reati.. per fortuna cìé l'Ufficio statistica del comune ad arginare propaganda ea megalomania di Orlando:

    Con riguardo a queste ultime cifre di raffronto fra le città  - precisa l'Ufficio statistica del Comune di Palermo - per una corretta interpretazione dei dati si deve tener conto della differente propensione a denunciare i delitti nei diversi contesti geografici, fenomeno che assume maggiore rilevanza al diminuire della gravità del delitto subito

    quello che l'ufficio statistica non dice è che la prima causa della riduzione della "propensione a denunciare i delitti" è la percezione dell'inutilità nel farlo. Per i delitti di minore gravità, quali possono essere i furti, l'inutilità è palese, in quanto mai nessuno viene preso, e se viene preso non viene punito. E proprio non l'incertezza della pena, ma la certezza dell'impunità conduce alla mancata denuncia dei reati più gravi, che oltre che inutile potrebbe divenire addirittura dannosa, in quanto il delinquente subito scarcerato cerca vendetta. Ecco che l'ISTAT ed Orlando hanno trasformato uno dei peggiori aspetti dell'attuale società addirittura in punto di forza, E' tutta un'ipocrita finzione; le cose vanno sempre peggio, mentre loro sfruttano ogni occasione per mascherare la realtà...

  • La dichiarazione del nostro Sindaco non si può sentire!

  • Avatar anonimo di cittadino
    cittadino

    questo articolo non ha ne capo ne coda...  incommentabile!

  • osservazioni sparse: 1) come sottolinea l'articolo, i dati confermano un trend positivo che va avanti ormai da diversi anni. Non è certo la prima volta che le statistiche ISTAT attestano che il numero di reati "denunciati" dalla PG alla procura di Palermo è inferiore rispetto a quello registrato in altre grandi città italiane. 2) la precisazione dell' ufficio statistica del comune di Palermo pare potersi tradurre così:" non prendiamo per oro colato i dati statistici, a queste latitudini si denuncia meno che altrove, e questo è vero soprattutto per i delitti meno gravi". L'ammonimento è utile perché ricorda che queste statistiche non offrono un quadro perfettamente completo e attendibile al 100%. Questo, si noti, è vero a Palermo come altrove. Metaforicamente parlando, può dirsi che le statistiche offrono una foto un pó sfocata. Non ho mai capito, però, perché questo sarebbe "più vero" nel meridione rispetto ad altrove. Perché qua la foto viene più sfocata, per insistere nella metafora. E inoltre, sarebbe interessante sapere qual'é l'entità dello "sfasamento": il rapporto delitti "sommersi"/ delitti trattati dalle autorità inquirenti e giudiziarie. 3) in barba agli incoraggianti dati istat (relativi a Palermo e non solo), altre statistiche testimoniano una insicurezza diffusa, le cui cause sono difficilI da comprendere. Le masse non "percepiscono" ciò che le statistiche sulla criminalità raccontano. Probabilmente questo sfasamento cognitivo è alimentato -in modo spesso involontario- da media "ufficiali" e non, attraverso la esagerata pubblicizzazione di episodi criminosi cruenti. Qualunque sia la causa di questo "sfasamento", è un fenomeno estremamente preoccupante e pericoloso. perché questa insicurezza "percepita" è vera linfa vitale per certi manigoldi che assecondano e alimentano le paure della gente per ottenere voti.

    • il solito comunistello che parla ...a favore di suo compare ollando ...!!

  • Avatar anonimo di Senzapaura
    Senzapaura

    Immagino chi a fatto questa statistica.

    • una che sicuramente si è diplomato a differenza tua , Sir

    • Certo conosceranno l' ortografia!

  • L’ISTAT? Da chi dipende l’Istat? La correttezza dei dati statistici diffusi dall’Istat chi la verifica? Chissá se il furto che ho subìto fa parte della statistica dell’Istat. Certo, é compreso tra le migliaia di furti a carico di ignoti, visto che i ladri non sono stati individuati. Da quel che si legge, Palermo non é affatto una cittá sicura.

  • Ma cu i fa i statistiche Ahahah

    • I Statistiche i fanno gente ke hanno studiato XDXDXD. Mongoloide, ignorante, capra, la tua percezione della realtà non equivale alla realtà, non c'è nulla da ridere, anzi da piangere di fronte l'ignoranza e l'arroganza di certi analfabeti funzionali

    • Topo Gigio.

    • se non ti senti sicuro puoi provare in città come Roma o Milano ????

      • giuseppe mi sa ca tu si cumpari di ollando e ri du comunista dell'istat ...!!

        • almeno non sono compare di chi vede complotti ovunque

Notizie di oggi

  • Cronaca

    "I picciuli o ti finisci male": incappucciati, con pistola e accetta rapinano distributore di benzina

  • Politica

    "Cittadino italiano", il giuramento davanti al sindaco: risolto il caso del giovane figlio di rifugiati

  • Cronaca

    Omicidio a Partinico, donna accoltella il marito e poi si costituisce

  • Cronaca

    "Finiti i lavori sul ponte di via Basile": viale Regione torna alla normalità

I più letti della settimana

  • Boss si pente, terremoto nella mafia palermitana: arrestati il nipote del "Papa" e il figlio di Lo Piccolo

  • Incidente sulla Palermo-Sciacca, auto contro scooter: morto sedicenne

  • Via Oreto, muore d'infarto mentre è al volante

  • Inseguimento da film, furgone contromano in viale Regione si scontra con la polizia: 4 feriti

  • Maxi incidente al porto, coinvolte tre auto e una volante della polizia

  • Tragedia al Tc3, morto assicuratore: 10 anni fa attraversò lo stretto di Gibilterra a nuoto

Torna su
PalermoToday è in caricamento