Nuovo contratto Amat, Fratelli d’Italia: “No ai parcheggi a pagamento per residenti”

Il consigliere dell'Ottava Gentile: "Non è possibile scaricare sempre sui cittadini le incapacità gestionali dell’Amat"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“Non è possibile scaricare sempre sui cittadini le incapacità gestionali dell’Amat – dichiara Davide Gentile, consigliere dell’Ottava Circoscrizione di Fratelli d’Italia An - e siamo pronti a lottare in tutte le sedi per scongiurare l’ennesimo borseggio ai danni dei palermitani perché non è possibile far pagare anche ai residenti la sosta nelle zone blu. Oggi ogni famiglia ha la possibilità di avere due pass per parcheggiare gratuitamente  nella zona in cui risiede, se dovessero essere introdotte delle limitazioni ci ritroveremmo a pagare per parcheggiare vicino casa. Questa squallida operazione, già applicata nelle zone di competenza Apcoa, provoca seri disagi ai residenti del centro e non può essere esportata nelle zone gestite da Amat. A più di dieci anni dall’istituzione delle zone blu non è riscontrabile nessun beneficio per la città se non quello di garantire un posto di lavoro agli ausiliari del traffico, l’Amministrazione dovrebbe riflettere seriamente sulla loro utilità ed evitare di renderle ancora più costose".   

Torna su
PalermoToday è in caricamento