Tensione alla Vucciria: uova, pitbull e bombe carta contro la polizia

Partono i lavori, dureranno dieci giorni. Tafferugli nel weekend, durissima la reazione di Orlando, che promette: "A piazza San Domenico abbiamo liberato cittadini e commercianti dai violenti posteggiatori, ora libereremo la Vucciria da violenti e spacciatori"

Lanci di uova, bombe carta  e cani aizzati contro la polizia. Quella della Vucciria rischia di diventare una questione infinita. Per ora, è una patata bollente. Soprattutto dopo che i "patatoni", così come sono stati ribattezzati i mattoni di tufo coi quali è stata murata piazza Garraffello, sono stati buttati giù. E' stato un weekend di fuoco, quello che è appena scivolato via, nel quartiere del centro storico. Dopo il crollo della palazzina di mercoledì, venerdì pomeriggio il Comune ha fatto innalzare quattro muretti per motivi di sicurezza, in modo da isolare piazza Garraffello e iniziare i lavori.

Proteste a mai finire e sollevazioni popolari (anche dopo la distruzione dell'installazione di Uwe Jantsch). Fino all'atto ribelle: nella notte tra sabato e domenica alcuni hanno semi-abbattuto le pareti in tufo, scatenando i cani contro le forze dell'ordine. In poco tempo si è poi scatenato un fitto lancio di uova e bombe carta. La polizia si è mobilitata in massa, con oltre venti unità inviate sul posto.

Durissima la reazione del sindaco Leoluca Orlando, che sulla sua pagina Twitter ieri ha scritto: "Movida si, mafia no. Bombe carta e pit bull contro polizia a piazza Garraffello: pub doverosamente chiusi ma violenti e spacciatori in azione". Il primo cittadino ha poi aggiunto: "Violenze contro polizia a piazza Garraffello: riunione del Comitato sicurezza per contrasto controllo criminale Vucciria". Quindi Orlando ha garantito: "A piazza San Domenico abbiamo liberato cittadini e commercianti dai violenti posteggiatori; libereremo la Vucciria da violenti e spacciatori".

Intanto l'assessore comunale Agata Bazzi ha assicurato che in dieci giorni saranno rimosse le macerie. Questa mattina l'inizio dei lavori. La piazza, sul lato di piazza Garraffello, potrebbe già essere fruibile in meno di due settimane. Più lunghi i tempi per via Argenteria, la strada che collega piazza Garraffello a piazza Caracciolo. I lavori saranno realizzati dagli operai del Coime.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

Torna su
PalermoToday è in caricamento