Tragedia sfiorata alla Guadagna, il tetto del presidio sanitario cade a pezzi: medico ferito

L'intonaco si è staccato dal soffitto mentre il dottore stava visitano un bambino. Illesi il piccolo, i genitori che lo accompagnavano e l'infermiere. I sindacati: "Da tempo chiediamo interventi in questa struttura. Ora non ci sono più alibi"

L'interno della stanza dove è avvenuto il crollo

Tragedia sfiorata il giorno di Natale al presidio territoriale di assistenza (Pta) della Guadagna. Mentre un medico stava visitando un minore, dal tetto della stanza è crollato l'intonaco. Il dottore ha riportato alcune ferite che hanno richiesto punti di sutura. Illesi il bambino, i genitori che lo accompagnavano e l'infermiere. 

"Da tempo - dichiarano Mario Scialabba (Fp Cgil), Gaetano Mazzola (Fp Cisl) e Giuseppe Amato (Uil Fpl) - chiediamo che vengano effettuati interventi strutturali nel Pta, che presenta evidenti condizioni di criticità. Dopo quanto accaduto ieri, non possiamo che ribadire le nostre richieste: vanno fatti subito i lavori necessari per garantire il personale e l'utenza che gravita attorno a questo presidio sanitario".

Il presidente dell'Omceo della provincia di Palermo Toti Amato e il presidente del Collegio Ipasvi del capoluogo siciliano, Franco Gargano, esprimono la loro solidarietà al medico e all’infermiere rimasti feriti dopo il crollo dell’intonaco di una parte del tetto della stanza del presidio territoriale di assistenza della Guadagna di Palermo, dove il medico stava visitando un minore accompagnato dai genitori, fortunatamente rimasti illesi. Secondo Amato e Gargano "la salute non è riconducibile solo alla quantità e alle qualità dei fondi destinati ai servizi assistenziali, ma anche, e soprattutto, alla sicurezza per il personale sanitario e i pazienti. La prima sfida da vincere per riuscire a costruire una sanità al servizio della persona è rendere sicure strutture inadeguate prima che un evento si trasformi in tragedia. C’è il rischio che taglio dopo taglio si sgretoli anche la certezza dell’incolumità nelle strutture assistenziali, dove la sicurezza non dovrebbe essere neanche messa in discussione". Su tema, Ordine dei medici e Ipasvi, a stretto giro chiederanno alle istituzioni coinvolte un tavolo di confronto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Finanzieri in una palestra di Cefalù, sequestrate attrezzature per il fitness: "Erano contraffatte"

Torna su
PalermoToday è in caricamento