Un corteo di vespe per Calogero Zucchetto

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Ricordare Calogero Zucchetto, l'agente di Polizia ucciso 34 anni fa dalla mafia, che con il suo Vespone pedinava i latitanti nelle borgate di Palermo. Libera e il Vespa Club Panormus hanno deciso di onorare la sua memoria con un secondo corteo, oltre alla manifestazione ufficiale: un corteo particolare fatto di Vespe che ieri, dal Politeama, sono arrivate fino a Largo degli Abeti per deporre una corona di fiori davanti alla lapide. "La passione per la Vespa unisce in un'unica comunità lo studente, l'operaio, il medico, il professionista di successo - dice Giovanni Pagano, coordinatore di Libera Palermo - Vogliamo tutti insieme rendere omaggio a un 'Vespista' caduto per liberare la nostra terra dalla mafia".

Torna su
PalermoToday è in caricamento