"Wind-Tre, vendesi 900 famiglie": operatori del call center in corteo per le vie del centro

La manifestazione è organizzata da Fistel Cisl, Slc Cgil e Uilcom Uil contro l'ipotesi di cessione di ramo d'azienda del servizio 133. I lavoratori si sono radunati ai Quattro Canti per raggiungere piazza Indipendenza

Foto Facebook- Uil Sicilia

Niente cuffie per otto ore e un corteo per le vie del centro città, dai Quattro Canti a piazza Indipendenza, sede della Regione Siciliana. Così i lavoratori del call center Wind|3 protestano "contro l’ipotesi di cessione di ramo d’azienda del servizio 133, che occupa in Italia 916 persone, delle quali oltre 300 solo a Palermo". La manifestazione è organizzata dai sindacati di categoria, Fistel Cisl, Slc Cgil e Uilcom Uil. I lavoratori chiederanno un incontro con un rappresentante di Palazzo d’Orleans. 

"L'azienda - spiega il segretario della Uilcom Sicilia, Giuseppe Tumminia - ha annunciato la cessione del servizio clienti 133. Non ce lo aspettavamo. Siamo qui in piazza per chiedere di bloccare la procedura e trovare strade diverse. Le cessioni di rami d'azienda negli ultimi dieci anni hanno solo favorito la precarizzazione del lavoro".

foto ksm1-2Sempre oggi in piazza anche le guardie giurate della Ksm . L'azienda ha annunciato l'avvio delle procedure di licenziamento per 516 lavoratori. "L'obiettivo - dice Marianna Flauto, Uiltucs Sicilia - è ancora una volta quello di sensibilizzare le istituzioni nei controlli e nelle azioni necessarie a garantire il rispetto dei contratti nel settore della vigilanza privata. La Ksm lamenta proprio questa giungla di tariffe concausa dei licenziamenti. Chiaramente chiediamo anche misure alternative a salvaguardia dei livelli occupazionali, i lavoratori non possono pagare gli effetti di questa situazione di caos che in passato anche le stesse imprese hanno alimentato attraverso i network".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

Torna su
PalermoToday è in caricamento