Coronavirus, Musumeci: "Anche i lavoratori dei supermercati hanno il diritto di fermarsi"

Il governatore siciliano ha voluto rivolgere un appello ai cittadini che hanno fatto la fila davanti ai negozi di generi alimentari e che, per questo, si lamentano della chiusura domenicale  

Carrefour di via Sampolo - foto agenzia Dire

"E' un provvedimento duro, restrittivo, sofferto ma anche meditato, insieme all'associazione dei Comuni e ai colleghi di altre Regioni. Domenica scorsa nei supermercati c'era tanta gente, assembrata in una condotta irresponsabile. La spesa si può fare per sei giorni alla settimana. Non c'è motivo di aspettare la domenica per fare folla". A dirlo è il governatore siciliano, Nello Musumeci, che ha voluto rivolgere un appello ai cittadini che oggi hanno fatto la fila davanti ai negozi di generi alimentari e ai supermercati e che, per questo, si lamentano della chiusura domenicale.    

"Anche i lavoratori dei supermercati hanno diritto a fermarsi almeno un giorno - aggiunge Musumeci -. Anche loro sono in trincea e sovraesposti. Facciamo qualche sacrificio adesso, per un paio di settimane - conclude il presidente della Regione - per evitare nel futuro di farne altri, più pesanti, in un letto di ospedale".

File all'esterno dei supermercati e carrelli colmi di prodotti ma distanze interpersonali rispettate e nessun caos: questa la situazione che si è vissuta nei punti vendita del centro e della periferia di Palermo, dopo la decisione di ieri sera del governatore Nello Musumeci di chiudere i negozi di generi alimentari la domenica in tutta la Sicilia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La misura è contenuta in una ordinanza che ha fissato nuovi paletti per il commercio nel tentativo di contrastare la diffusione del Coronavirus nell'Isola. I palermitani si sono mossi fin dalle prime ore del mattino e all'esterno dei supermercati si sono formate dei gruppi in attesa ma nessun assalto: secondo quanto confermano alcuni esercenti, "le code sono state ordinate".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Agrigento, violento scontro sulla Statale: un morto

  • Sue le serate più belle del nuovo millennio, Palermo piange per Darin "l'amico di tutti"

  • Appalti, scommesse e pizzo: undici arresti per mafia tra Noce e Cruillas

  • Folla senza mascherina al Berlin, scatta chiusura: "Denunciato il titolare"

  • Mafia, colpo al mandamento della Noce: ecco i nomi degli 11 arrestati

  • Il pm di Lecco Laura Siani trovata morta in casa, aveva lavorato anche a Palermo

Torna su
PalermoToday è in caricamento