Coronavirus, Rosato (Db): "A Villabate chiusura anticipata dei negozi, ma così più code e rischi"

Il componente della segreteria provinciale di DiventeràBellissima: "L'ordinanza del sindaco sugli esercizi di generi alimentari rischia di avere un effetto opposto rispetto a quello voluto".

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“La chiusura anticipata nei giorni feriali alle ore 14 per gli esercizi di generi alimentari di piccola e media grandezza e alle 16 per i supermercati e i discount, disposta da un'ordinanza del sindaco di Villabate per arginare il diffondersi del Coronavirus, in realtà rischia di avere un effetto opposto: a causa dell'apertura concentrata in un arco di tempo limitato rispetto a quello normalmente in vigore, infatti, si sono formate lunghe code, con assembramenti pericolosi in quanto potenziale causa di contagi”. Lo afferma Biagio Rosato, componente della segreteria provinciale di DiventeràBellissima Palermo, aggiungendo: “La mia constatazione non ha alcun intento polemico nei confronti dell'amministrazione comunale, certamente mossa dall'obiettivo di contrastare il diffondersi del virus. Tuttavia, ritengo che sarebbe preferibile un soluzione intermedia, ad esempio un orario unico continuato fino alle ore 18”.

Torna su
PalermoToday è in caricamento