Coronavirus: doppia denuncia per un posteggiatore abusivo con il reddito di cittadinanza

Un 59enne "spadroneggiava" in largo Crisafulli-Marcellini, in zona Calatafimi, ma è stato individuato dalla polizia municipale. L'uomo è stato segnalato all'Inps perché dai controlli è emerso che percepisse il sussidio statale

Largo Crisafulli

Doppia denuncia, nello stesso giorno, per un posteggiatore abusivo. Per di più con il reddito di cittadinanza. Malgrado il Coronavirus, l’uomo - G.N. di 59 anni - "spadroneggiava" in largo Crisafulli-Marcellini, in zona Calatafimi.

E così gli agenti del nucleo vigilanza trasporto pubblico della polizia municipale lo hanno individuato e segnalato all’autorità giudiziaria perché non osservava le misure di prevenzione al contagio del Covid-19.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inoltre da accertamenti è emerso che l’uomo è beneficiario del reddito di cittadinanza, per questa ragione è stato segnalato all’Inps. Nel primo pomeriggio il posteggiatore si è presentato presso il comando di via Dogali senza una motivazione improrogabile e urgente tale da giustificare il suo spostamento: pertanto è stato nuovamente deferito all'autorità giudiziaria ai sensi dell’articolo 650 codice penale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mazzette per pilotare appalti da 600 milioni, trema la sanità siciliana: 10 arresti

  • Donna incinta positiva al Coronavirus ricoverata al Cervello: è tornata a Palermo da Londra

  • L'entrata da Mondello, poi il volo su via Libertà: attesa per l'esibizione delle Frecce Tricolori

  • Coronavirus, finalmente ci siamo: per la prima volta zero contagi in Sicilia

  • Strage Capaci, Emanuele Schifani e quel papà mai conosciuto: "Non provo odio ma tanta rabbia"

  • Fallito attentato all'Addaura, la rivelazione: "Ecco chi tradì Giovanni Falcone"

Torna su
PalermoToday è in caricamento