Coronavirus, un carrello solidale nei punti vendita Qui Conviene e Ils Discount

L’iniziativa della società che gestisce oltre 200 punti vendita nel Sud Italia si aggiunge al bonus aggiuntivo del 10% per chi utilizza i buoni spesa dei Comuni e al potenziamento degli acquisti online con Speasy.it

Anche nei punti vendita Qui Conviene e Ils Discount in Sicilia viene garantito il Carrello Solidale destinato alle famiglie in difficoltà per l’emergenza Covid-19. È l’iniziativa lanciata da Apulia Distribuzione. “Pensiamo che sia la soluzione più concreta e immediata per aiutare chi è in difficoltà”, spiega il direttore vendite Michele Sgaramella.

Il carrello solidale si aggiunge alle altre due iniziative del gruppo che vanno nella stessa direzione: un bonus aggiuntivo del 10% sul valore dei Buoni Spesa dei Comuni per l’acquisto di beni  necessari e il potenziamento del servizio di acquisti online Speasy.it.Le tre iniziative sono attive da subito e riguardano oltre 200 punti vendita distribuiti nel Sud Italia. Il carrello solidale, ispirato alla tradizione solidale del caffè sospeso napoletano, nasce dall’esigenza di aiutare le famiglie in difficoltà economica nel più breve tempo possibile. Ogni cliente dei punti vendita a marchio Qui Conviene e Ils Discount in Sicilia può lasciare articoli appena acquistati in un carrello dedicato, posizionato subito dopo le casse. Si può donare qualsiasi cosa, dai generi alimentari ai prodotti per l’igiene femminile e prodotti per l’infanzia, con particolare attenzione ad articoli di prima necessità. La spesa donata sarà gestita direttamente dal Comune di riferimento in collaborazione con la Protezione Civile che provvederà a distribuirla alle famiglie più bisognose. Il Bonus aggiuntivo del 10% sarà applicato a tutti i possessori dei buoni spesa distribuiti dai Comuni grazie ai fondi stanziati dal Governo. Per usufruire dell’offerta basta presentare alla cassa il buono spesa ricevuto dal Comune di appartenenza. In questo modo se il cittadino ha in mano un buono da 50 euro la sua spesa può arrivare a costare 55 euro e non  dovrà versare la differenza. Così anche per i buoni di ogni valore su cui verrà calcolato sempre il 10% aggiuntivo del valore sulla spesa effettuata.

Per limitare l’esposizione dei cittadini al rischio contagio, Apulia Distribuzione ha inoltre potenziato il servizio online Speasy.it che consente l’acquisto tramite sito e app con la consegna della spesa a domicilio o il ritiro rapido in negozio. Il servizio è attivo in Puglia, Basilicata, Sicilia (con il doppio sistema di domicilio e ritiro nel punto vendita) e in Calabria con la sola possibilità del ritiro in negozio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il nostro primo pensiero - spiega il direttore vendite Michele Sgaramella - è stato tutelare la salute dei nostri dipendenti e dei nostri clienti. Iniziative come queste derivano da settimane di pensieri che vanno in un'unica direzione. Sperando che questo brutto incubo finisca presto, colgo l'occasione per ribadire di restare a casa. Ci saranno ulteriori iniziative da parte di Apulia Distribuzione nel futuro prossimo che cercheranno di dimostrare sempre più la nostra vicinanza al cliente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'entrata da Mondello, poi il volo su via Libertà: attesa per l'esibizione delle Frecce Tricolori

  • Donna incinta positiva al Coronavirus ricoverata al Cervello: è tornata a Palermo da Londra

  • Mega rissa a Ballarò, in trenta si affrontano a pugni e sprangate: ferito anche un bambino

  • Coronavirus, finalmente ci siamo: per la prima volta zero contagi in Sicilia

  • Strage Capaci, Emanuele Schifani e quel papà mai conosciuto: "Non provo odio ma tanta rabbia"

  • Incidente tra via Libertà e via Notarbartolo, medico cinquantenne muore dopo 10 giorni

Torna su
PalermoToday è in caricamento