Corleone, appello di Fra' Giovanni per salvare la chiesa di Borgo Schirò

"Bisogna fare qualcosa per quella Chiesa che sta cadendo in distruzione"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Carissimi Fratelli e Sorelle Siciliane, sono addolorato nel vedere la Casa del Padre Mio di Borgo Schirò, ridotta in un cumulo di macerie. Il motivo di questa mia breve lettera è per invogliare tutti i cittadini di Palermo, Monreale, la provincia di Palermo e tutti i Corleonesi ad unirsi ad un grido che parte dal profondo del mio cuore.

La mia intenzione e salvare quella Chiesa che sta cadendo in distruzione a Borgo Schirò (Corleone) per farne un luogo di preghiera sacra e di ritiro spirituale per tutti i credenti. In questo momento sono solo a cercare di riportare quella struttura al suo antico splendore, ma se in tutti voi che leggete queste righe s'accende un po' di quella fede donata dal Nostro Signore Gesù Cristo, di certo sarete in molti a venire in quel Borgo ad aiutarmi nella mia impresa, che il Signore Gesù Cristo mi comanda di fare.

Non abbandonatemi. Voi figli e figlie del Padre mio, aiutatemi e sarete ricompensati giustamente dal Signore Gesù per quello che farete, affinché nessuna Casa di Dio resti sola ed abbandonata. Per questa mia impresa, che può essere anche la tua, caro fratello mio che leggi, servono tante cose: costruttori di ogni genere per riportare la Chiesa all'antico splendore, imbianchini per ridipingere la facciata e l'interno della Chiesa e della Casa Canonica, falegnami che possano costruire panche in legno, brave donne pronte ad unirsi a me e al Signore nella pulizia della Parrocchia e moltissimi giovani volenterosi nel aiutarmi a far rivivere quel luogo di preghiera e meditazione.

Vi prego ancora una volta, in Nome di Cristo Signore Nostro, AIUTATEMI!!

Posso essere contattato al numero 3207857608, vi benedica il Signore Nostro Gesù Cristo.

Fra Giovanni Maria

Comunità dei Frati e Suore di Maria Regina della Pace

Torna su
PalermoToday è in caricamento