Corleone, il sindaco revoca la cittadinanza onoraria a Miccoli

La decisione del Primo cittadino Leoluchina Savona dopo le polemiche sugli insulti del bomber a Falcone. La richiesta era stata avanzata nei giorni scorsi da tre consiglieri comunali

Miccoli in lacrime alla conferenza - foto Mediagol

Fabrizio Miccoli, ormai ex bomber rosanero, non è più cittadino onorario di Corleone. Lo ha deciso il sindaco Leoluchina Savona che ha revocato oggi formalmente la cittadinanza onoraria al giocatore intercettato mentre era in macchina con il figlio di un boss e insultava il giudice Giovanni Falcone definendolo "un fango".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo il sindaco di Corleone, Miccoli "non è più autorizzato a parlare di Corleone", da qui la decisione di togliere la cittadinanza onoraria. La revoca è arrivata dopo la richiesta avanzata nei giorni scorsi avanzata da 3 consiglieri comunali. Miccoli, nei giorni scorsi in una conferenza stampa, tra le lacrime, aveva chiesto scusa "a tutti" per le parole pronunciate nelle intercettazioni contro il giudice ucciso da Cosa nostra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mega rissa a Ballarò, in trenta si affrontano a pugni e sprangate: ferito anche un bambino

  • Sembra un'ape ma non è, in estate arriva il bombo: come riconoscere questo insetto

  • Incidente tra via Libertà e via Notarbartolo, medico cinquantenne muore dopo 10 giorni

  • Prima un'erezione di 4 ore, poi la morte: come riconoscere il velenosissimo ragno delle banane

  • Folla senza mascherina al Berlin, scatta chiusura: "Denunciato il titolare"

  • Sanità palermitana in lutto, è morto il cardiologo Giuseppe Andolina

Torna su
PalermoToday è in caricamento