Controlli fra le bancarelle in strada, 480 chili di tonno sequestrati tra Noce e Villagrazia

Blitz di guardia costiera e carabinieri in piazza Costellazione e via Lancia di Brolo. I prodotti ittici erano esposti alla vendita "senza adeguata refrigerazione e sprovvisti di documentazione sulla tracciabilità". Multe per 16 mila euro

Parte del tonno sequestrato da guardia costiera e carabinieri

Blitz tra i venditori ambulanti di pesce. Il personale della guardia costiera e i carabinieri della stazione Oreto sono intervenuti in piazza Costellazione (zona Villagrazia) e via Lancia di Brolo (Noce) sequestrando 480 chili di tonno rosso, tagliato in tranci ed esposto alla vendita “senza adeguata refrigerazione - si legge in una nota - e sprovvisto della documentazione di tracciabilità dal quale risalire alla provenienza”. Elevate sanzioni per un totale di 16 mila euro.

Il tonno, considerata la conservazione inadeguata, è stato dichiarato dai veterinari dell’Azienda sanitaria provinciale non idoneo al consumo umano e quindi sequestrato e avviato alla distruzione. “Le attività di controllo proseguiranno incessantemente nei prossimi giorni al fine di assicurare - concludono dalla guardia costiera - la massima tutela dei consumatori, scongiurando pericoli per la salute e prevenendo comportamenti illeciti a tutela della risorsa ittica.

Potrebbe interessarti

  • A cena fuori con tutta la famiglia, quali sono le pizzerie e i ristoranti bimbo-friendly a Palermo

  • Abitare sostenibile, quando il cappotto termico a casa ti salva l'estate e il portafogli

  • Estate uguale esodo al villino, ecco come i palermitani possono arredare la casa al mare

  • Gerani, i giardini palermitani ne sono pieni: come creare addobbi e segnaposto

I più letti della settimana

  • Vedono donna sola in casa e provano a violentarla: lei urla, marito la salva a suon di cazzotti

  • Tramonta il sogno cinese, crolla l'impero Z&H: sequestrati 7 centri commerciali

  • Lutto nel mondo del tifo palermitano, morto ultras della Curva Nord Inferiore

  • Il boss arrestato: "Mi tolgo il cappello davanti al figlio di Riina"

  • La Casa di carta, mistero svelato: al Politeama spunta la scritta: "Palermo è dei nostri"

  • Beneficiari del reddito di cittadinanza scrivono al sindaco: "Vogliamo pulire lo Zen"

Torna su
PalermoToday è in caricamento