Al via la campagna di prevenzione, screening gratuito del diabete in 169 farmacie

Gli utenti potranno richiedere l’autoanalisi della glicemia e sottoporsi ad un questionario anonimo che rileva eventuali rischi. In Sicilia sono oltre 300 mila i pazienti affetti da diabete, malattia silente che, nella sola provincia di Palermo, causa circa 15 mila ricoveri l’anno

Da domani e fino a lunedì prossimo sarà possibile effettuare lo screening gratuito del diabete in una delle 169 farmacie di Palermo e provincia che aderiscono alla prima campagna nazionale di prevenzione “DiaDay”. L'iniziativa è organizzata da Federfarma in collaborazione con la Società italiana di diabetologia e l’Associazione italiana Lions per il diabete con il patrocinio di Fofi, Intergruppo parlamentare Qualità di vita e diabete, Fenagifar e Associazione medici diabetologi. 

In farmacia si potrà richiedere l’autoanalisi gratuita della glicemia e sottoporsi ad un questionario anonimo che in maniera scientifica rileva eventuali rischi. I risultati del test saranno elaborati in tempo reale e, in caso di evidenze, il cittadino, debitamente informato, sarà invitato a rivolgersi al proprio medico. Alla fine della campagna, tutti i dati saranno elaborati e inviati alle autorità sanitarie come contributo alla definizione di strategie utili a migliorare la prevenzione e a ridurre la diffusione di una delle malattie che più incidono sulla spesa sanitaria pubblica.

“Ancora una volta – dichiara Roberto Tobia, presidente di Federfarma Palermo – la farmacia si conferma un partner affidabile del servizio sanitario nazionale. La rete delle farmacie indipendenti rappresenta un formidabile presidio nel territorio perché è capace di garantire con serietà e affidabilità lo svolgimento di campagne di prevenzione di massa che possono raggiungere quote significative di popolazione. E’ qui che è possibile incidere sulla diffusione delle malattie e sui costi che comportano”.

Come individuare la farmacia aderente più vicina 

In Sicilia sono oltre 300 mila i pazienti ufficialmente affetti da diabete. Secondo l’Istat rappresentano il 6% della popolazione e il 10% dei 3,2 milioni di diabetici in Italia, cioè la quota fra le più alte nel Paese; di questi, i diabetici ultrasessantacinquenni sono il 20,5% dei residenti. Ma si stima che altri 150 mila siciliani non sappiano ancora di esserlo, e questo avviene a causa della mancata prevenzione. Il diabete è una malattia silente in aumento esponenziale anche fra i giovani, ed è fra le prime cause di decesso nell’Isola. Se non controllato, provoca danni e complicazioni a occhi, cuore, reni, sistema nervoso, fino all’amputazione degli arti, e ha di conseguenza un enorme costo sociale. Infatti, varie statistiche calcolano che oltre 200 mila pazienti siciliani si sottopongono a trattamenti con insulina o farmaci orali a carico del Servizio sanitario nazionale, con un costo medio di 2.500 euro l’anno per un totale di 500 milioni di euro, ma gli altri pagano direttamente farmaci e prestazioni spendendo in media 900 euro a testa l’anno. E quando la malattia va fuori controllo, scatta la necessità dei ricoveri, che costano quasi 12 milioni di euro l’anno: nella sola provincia di Palermo sono in media 10-15 mila i ricoveri l’anno per problemi provocati dal diabete.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • Incidente a Corleone, auto sbanda e finisce contro un albero: morto diciannovenne

  • Incidente mortale in viale Croce Rossa, automobilista travolge e uccide una donna

  • Conti in banca, auto di lusso e un ristorante: sequestrati beni a un 37enne di Partinico

  • Tutti pazzi per il "black friday", ecco i negozi a Palermo dove trovare sconti e fare affari

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

Torna su
PalermoToday è in caricamento