Carabinieri, controlli e multe in mare Fermati due sub a Cinisi

I giovani ventenni sono stati sorpresi dai militari mentre facevano pesca subacquea nello specchio di mare antistante la zona aeroportuale, in area vietata

Una motovedetta dei carabinieri

In piena stagione estiva i carabinieri intensificano i controlli anche sullo specchio di mare antistante le più frequentate località turistiche. La costa palermitana è costantemente monitorata dalle motovedette dell’arma per offrire sicurezza ai numerosi bagnanti che amano trascorrere il fine settimana in barca.

Le eventuali operazioni di salvataggio di bagnanti e l’individuazione di ladri che operano sotto “l’ombrellone”, approfittando delle assenze per un tuffo in mare, sono state coordinate dall’alto dall’occhio vigile dei piloti elicotteristi di casa al 9° Nucleo elicotteri carabinieri di Boccadifalco. Da registrare, tra l’altro, gli interventi dei carabinieri in servizio sulla motovedetta della compagnia di Carini, sul litorale antistante l’aeroporto internazionale “Falcone e Borsellino”,  zona completamente interdetta per sicurezza aeroportuale. Proprio qui due giovani di 27 e 26 anni sono stati fermati mentre effettuavano pesca subacquea. I due trasgressori, uno abitante in via Zisa, operaio e incensurato e il secondo, residente in  vicolo Baiamonte, disoccupato, pregiudicato sono stati sanzionati ai sensi art. 1174 del codice della  navigazione, con sanzione amministrativa pari euro 4.130 (quattromilacento trenta).

I controlli delle attività marine che con la bella stagione, diventano sempre più frequenti e verranno incrementati fino alla fine dell’estate, con lo scopo di garantire la sicurezza dei bagnanti e diportisti che in questo periodo affollano il litorale palermitano e per far rispettare le norme finalizzate alla prevenzione degli incidenti e degli infortuni, oltre che al rispetto dell’ambiente.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pitrè, muore travolto da uno scooter mentre passeggia con il cane

  • "C'è un uomo con un mitra sotto braccio!": panico alla Cala, arrivano le squadre speciali

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

Torna su
PalermoToday è in caricamento