Controlli a tappeto contro i furbetti che rubano energia elettrica: un arresto e 7 denunce

Carabinieri in azione in varie zone della città. Nel quartiere Libertà una donna, già ai domiciliari, aveva allacciato abusivamente alla luce la propria abitazione. A Partanna Mondello 4 case collegate alla rete pubblica

E' di un arresto e sette denunce il bilancio di una serie di controlli per contrastare i furti di energia elettrica eseguiti in città dai carabinieri della compagnia di San Lorenzo.

Le manette sono scattate ai polsi di una 48enne, già sottoposta ai domiciliari per reati inerenti gli stupefacenti, che aveva collegato abusivamente la propria abitazione nel quartiere Liberà alla rete elettrica pubblica. La donna, dopo la convalida dell’arresto, è stata rimessa in libertà in attesa del processo.

A seguito delle verifiche effettuate insieme ai tecnici di E-Distribuzione, i militari della stazione di Partanna Mondello, invece, hanno denunciato sette persone, tutte nate e residenti a Palermo, responsabili di avere allacciato abusivamente il cavo elettrico di quattro abitazioni alla rete elettrica pubblica. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo caso a Palermo: turista di Bergamo è positiva

  • Rissa fuori dalla discoteca, ragazzo di 21 anni muore accoltellato a Terrasini

  • Coronavirus, gli spostamenti della turista bergamasca: "Ha girato per Palermo, indagini su dove è stata"

  • Coronavirus a Palermo, i contagiati tra i turisti bergamaschi salgono a tre

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • Giro di escort in pieno centro: facevano prostituire 10 palermitane, tre arresti

Torna su
PalermoToday è in caricamento