Palermo si prepara alla conferenza sulla Libia, chiuse le scuole nella "zona rossa"

Lo ha deciso il prefetto per ragioni di sicurezza. Resteranno sbarrati i cancelli dell'istituto comprensivo Arenella e di tutti i suoi plessi. Stabilito anche il divieto di trasportare in città "armi, munizioni, esplosivi, sostanze esplodenti, gas tossici, gpl e metano"

Istituto comprensivo statale Arenella - sede principale

Palermo si prepara, anche sotto il profilo logistico, a ospitare la conferenza internazionale sulla Libia che si terrà a Villa Igiea i prossimi 12 e 13 novembre. Una delle priorità è garantire la sicurezza. Per questo si tenute in prefettura le riunioni del comitato provinciale dell'ordine e della sicurezza pubblica, con la partecipazione di tutte le autorità civili e militari. 

Il prefetto ha disposto la chiusura dell'istituto comprensivo statale Arenella e di tutti i suoi plessi: Di Bartolo, Luigi Rizzo, Rampolla e Sileno, che ricadono nella "zona rossa".

Una seconda ordinanza prevede "il divieto assoluto di trasportare nel territorio del capoluogo, dalle ore 00.01 del 12 novembre alle 00.01 del 14 armi, munizioni, esplosivi, sostanze esplodenti, gas tossici, artifizi pirotecnici, carburanti, gpl e metano".  Per i "soli mezzi che trasportano carburanti, gpl e metano è previsto che possano transitare attraverso preordinati percorsi viari, specificamente indicati, sia se provenienti da Messina in direzione Trapani che viceversa". 
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Tanto non verrà nessuno di importante! Tranquilli!

  • Per un motivo o per un altro, quest'anno, gli scolari son contenti.

  • Avatar anonimo di Melanica
    Melanica

    Scusate ma nessuno parla dei pass? Come faremo ad uscire di casa?

    • Non si esce.

Notizie di oggi

  • Elezioni

    Europee, a Palermo il M5S partito più votato: Milazzo davanti a Romano, out Ferrandelli

  • Cronaca

    Rissa in un pub in via Candelai, ragazzo di 16 anni ricoverato in prognosi riservata

  • Cronaca

    Nino Di Matteo rimosso dal pool stragi per colpa di un’intervista

  • Cronaca

    Rimprovera "sporcaccione" che lancia spazzatura dal finestrino e viene investito

I più letti della settimana

  • Ha il reddito di cittadinanza ma viene sorpreso a Sferracavallo mentre lavora in nero

  • Travolto da una moto in via Notarbartolo: il cuore si ferma, salvato da due passanti

  • La droga "calabrese" venduta a Palermo, i nomi degli arrestati

  • Fiumi di droga da Calabria e Campania: smantellata banda, 19 arresti

  • La coca sul camper e il maxi giro d'affari: "Che sono 300 chili di fumo? Un pelo di m..."

  • "Paga o ti faccio chiudere il cantiere": ma lui si ribella e fa arrestare uno dei Graviano

Torna su
PalermoToday è in caricamento