Intasca 34 mila euro per rottamare cartella esattoriale, condannato per truffa a un'anziana

Un anno e 8 mesi per un 49enne residente a Balestrate che si era fatto consegnare l’ingente somma per risolvere un problema a una donna e farle ottenere un mutuo. Peccato però che, come ricostruito dall’accusa, era tutto un raggiro

Avrebbe conquistato la fiducia di un’anziana promettendole la cancellazione di una cartella esattoriale e quindi la possibilità di ottenere un mutuo per l’acquisto della casa. E per farlo avrebbe falsificato un documento (mai) emesso dal giudice di pace a conferma della risoluzione di un problema. Il giudice della quinta sezione penale del tribunale di Palermo Nicola Aiello ha condannato a 1 anno e 8 mesi Salvatore Bellomonte, 49enne residente a Balestrate e già detenuto per un altro processo, per i reati di truffa aggravata e falsità materiale.

La vicenda ha inizio dopo la denuncia presentata dalla vittima e da sua figlia nell’estate del 2015. Secondo quanto ricostruito dall’accusa Bellomonte sarebbe riuscito a farsi consegnare in più tranche 34.387 euro, tra contanti e assegni, come somma da utilizzare per il disbrigo delle pratiche necessarie per rottamare una cartella esattoriale con Riscossione Sicilia. Una condizione necessaria per consentire alla donna di ottenere oltre 65 mila euro per un mutuo che le avrebbe concesso una banca olandese.

A riprova della correttezza del suo operato il 49enne le avrebbe anche firmato due assegni postali (poi risultati scoperti), prima di consegnarle anche un documento in cui "attestava l’avvenuto deposito di una sentenza del giudice di pace di Palermo a favore di… posta in calce a una nota intestata ‘Registrazione atti giudiziari’ che consegnava alla signora a dimostrazione della definizione di un’azione giudiziaria che assumeva di aver portato avanti per conto di quest’ultima. Azione giudiziaria che in realtà non aveva mai intrapreso".

Oltre alla condanna e al pagamento delle spese processuali pari a 3.375, Bellomonte dovrà corrispondere all’anziana una provvisionale da 20 mila euro in attesa della quantificazione del risarcimento danni in sede civile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il catering allo stadio per l'Italia, poi lo schianto mortale: il bar Rosanero piange il suo chef

  • Incidente in zona Fiera, perde il controllo della moto e cade: morto 43enne

  • Via Ugo La Malfa, esplode pneumatico: morto gommista di 18 anni

  • Palmese-Palermo, rissa furibonda tra tifosi rosanero: ci sono feriti

  • Truffe, droga e rapine: i boss di Brancaccio facevano spaccare le ossa ai disperati, 9 arresti

  • Tutti pazzi per il "black friday", ecco i negozi a Palermo dove trovare sconti e fare affari

Torna su
PalermoToday è in caricamento