"Diede fuoco al grembiule dell'amante del marito", 31enne condannata per stalking

Condannata a 8 mesi una donna che non avrebbe mai accettato di essersi fatta "rubare" il marito da una ragazza che aveva iniziato a lavorare nel panificio di famiglia. L'imputata, secondo quanto ricostruito dall'accusa, sarebbe presto passata dalle minacce ai fatti

Il Tribunale di Palermo

Prima l’ha insultata e minacciata anche tramite Facebook, poi le ha lanciato un vassoio di dolci e le ha bruciato il grembiule. Il gup Nicola Aiello ha condannato a 8 mesi (pena sospesa) una 31enne accusata di stalking per il "trattamento" riservato a una commessa del panificio di famiglia dell’ex marito. Tempo dopo la "nuova" coppia si è trovata costretto a trasferirsi al nord Italia.

L’imputata - secondo quanto ricostruito dall’accusa - ha preso di mira l’impiegata che avrebbe avuto la colpa di averle "rubato" il marito. La vicenda ha inizio nel 2014 quando l’ex marito decide di assumere un'impiegata che sarebbe diventata prima la sua amante e poi la sua compagna. La vittima ha inoltre raccontato di essere stata minacciata con un coltello dal padre dell’imputata..

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pitrè, muore travolto da uno scooter mentre passeggia con il cane

  • "C'è un uomo con un mitra sotto braccio!": panico alla Cala, arrivano le squadre speciali

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

Torna su
PalermoToday è in caricamento