Fuggì dopo incidente lasciando due ragazzi a terra: condannato per omissione di soccorso

Otto mesi e 20 giorni per un 67enne: era scappato a bordo della sua auto, una Volkswagen Golf, lasciando sull'asfalto due ventenni dopo lo scontro, avvenuto alla fine di maggio 2015 in via Franz Liszt

Il mezzo dell'Infortunistica durante i rilievi in via Franz Liszt

Fuggì lasciando a terra due ventenni dopo un incidente tra la sua auto e il loro scooter. Il giudice della quinta sezione penale del tribunale di Palermo Nicola Aiello ha condannato un 67enne, G.S., per omissione di soccorso: dopo l'impatto era infatti scappato con la sua Volkswagen Golf senza prestare soccorso ai due ragazzi.

L’incidente diventato oggetto del processo avvenne a maggio 2015 in via Franz Liszt, vicino al carcere minorile. L’auto, secondo quanto ricostruito dagli agenti dell’Infortunistica, proveniva da via Principe di Palagonia e si era appena immessa nella rotonda davanti al Bar Sicilia.

Lo scooter con a bordo i due ragazzi, invece, percorreva via Franz Liszt in direzione di via Malaspina. Poi il violento scontro e la “sorpresa”: quando i ragazzi doloranti si alzarono da terra si  resero conto che l’automobilista si era allontanato facendo perdere le proprie tracce.

I due ventenni, un ragazzo e una ragazza nati a cinque giorni di distanza l’uno dall’altra, furono portati in ospedale e dopo gli accertamenti dimessi entrambi con una prognosi di 8 giorni. Le indagini, tra testimoni e telecamere, portarono presto all’individuazione dell’automobilista: anche lui era andato in ospedale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una volta ricostruita la dinamica e accertate le responsabilità, al 67enne fu temporaneamente ritirata la patente. Poi la richiesta di rinvio a giudizio avanzata dal pm e accolta dal gip. Oggi, a distanza di oltre quattro anni, il giudice lo ha condannato a otto mesi e 20 giorni, al termine del processo con rito abbreviato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'entrata da Mondello, poi il volo su via Libertà: attesa per l'esibizione delle Frecce Tricolori

  • Donna incinta positiva al Coronavirus ricoverata al Cervello: è tornata a Palermo da Londra

  • Mega rissa a Ballarò, in trenta si affrontano a pugni e sprangate: ferito anche un bambino

  • Incidente tra via Libertà e via Notarbartolo, medico cinquantenne muore dopo 10 giorni

  • Sembra un'ape ma non è, in estate arriva il bombo: come riconoscere questo insetto

  • Negativa a 3 tamponi, torna positiva al Covid: "Così sono ripiombata nell'incubo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento