Formazione, progetto al Ciapi senza gara: condannati Crocetta, Bonafede e Corsello

Così hanno deciso i giudici della Corte dei conti per l'ex governatore, l'ex assessore e la dirigente che dovranno risarcire 2,2 milioni di euro. Assolti gli altri componenti della Giunta Crocetta

L'ex governatore della Regione Rosario Crocetta

L’ex governatore Rosario Crocetta, l’ex assessore alla Famiglia e agli Enti Locali Ester Bonafede e la dirigente Anna Rosa Corsello condannati dalla Corte dei conti per la vicenda del progetto Spartacus affidato al Ciapi di Priolo. Così hanno deciso giudici contabili che hanno chiesto ai tre imputati - accusati di aver dissipato decine di milioni di euro - di risarcire la Regione con una somma pari a 2,2 milioni di euro (circa 738 mila euro a testa).

“Con numerosi esposti pervenuti presso la Procura contabile - si legge nel provvedimento - era stata denunciata l’intenzione della Regione Sicilia di non avvalersi più per il futuro, per la realizzazione di servizi di politica attiva del lavoro, del personale, proveniente dai diversi enti di formazione, impiegato presso i cosiddetti ‘sportelli multifunzionali’ istituiti nei diversi Centri per l’Impiego sparsi su tutto il territorio regionale, nonostante le ingenti somme destinate in passato per la formazione del personale medesimo”.

Era stata prospettata infatti la possibilità di affidare l’attuazione dei servizi al Ciapi di Priolo Gargallo, con la realizzazione di un progetto denominato “Spartacus”. Progetto apprezzato dalla Giunta regionale che, con la delibera 380/2012, dichiarò il proprio apprezzamento per il progetto. Avrebbero utilizzato le risorse, provenienti da fondi europei e statali, non per l’attività di formazione e per le politiche attive del lavoro espletate per circa 8 mesi da oltre 1.500 sportellisti bensì per 9 mila soggetti in cassa integrazione.

Nella stessa sentenza i giudici Guido Carlino (presidente), Maria Riti Micci (relatore) e Giuseppe Grasso (consigliere) hanno assolto gli ex assessori e i dirigenti Antonino Bartolotta, Luca Bianchi, Lucia Borsellino, Dario Cartabellotta, Maria Lo Bello, Nicolò Marino, Egidio Ortisi, Luciana Rallo, Nelli Scilabra, Michela Stancheris, Patrizia Valenti e Linda Vancheri.
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (10)

  • ....credo che in molti, me compreso, avevamo visto in Crocetta, un paladino della legalità visto il suo percorso politico antimafia da sindaco. Evidentemente ci siamo sbagliati e molto, così come faremo ancora. La politica è conoscenza, storia, ideologia e passione sociale. Questa è gente frutto del dio denaro, della rincorsa al potere senza scrupoli che sfrutta il disagio della gente e la rende pasto degli avvoltoi della politica. Finirà, come sempre la storia si ripeterà e non vi è società evoluta, moderna che possa sfuggire alla rabbia di un popolo che presto non ne potrà più....

  • In galera, IN GALERA !!!

    • Di quale parrocchia sei?

  • Tra i due mali ha scelto il minore.

  • Ed i poveri illusi che ancora credono nella FORMAZIONE..

  • Hai capito Frocetta !!! Pareva un fissa e invece .........

    • Complimenti alla redazione.

    • Non puoi permetterti di alludere al suo orientamento sessuale. Potresti essere denunciato.

      • Questione di feeling?

  • Crocetta ha fatto più danni della grandine. Il peggior governatore della storia siciliana....il che è tutto dire

Notizie di oggi

  • Cronaca

    "Calmi, nessuno si farà male": con le tute da imbianchino e la pistola rapinano Carrefour

  • Cronaca

    Stagione balneare 2019, scattano i divieti: niente tuffi a Vergine Maria e Romagnolo

  • Cronaca

    Incidente sul traghetto: marinaio palermitano schiacciato da un trattore

  • Politica

    Salvini ancora contro Orlando: "Palermo unico capoluogo senza carta d'identità elettronica"

I più letti della settimana

  • "Mi stanno ammazzando": i boia spaccavano le ossa nella stanza degli orrori di via Imera

  • La banda dei falsi incidenti: mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, 42 arresti

  • Mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, i nomi degli arrestati

  • Omicidio in zona via Notarbartolo, strangola la compagna dopo una lite e si costituisce

  • Tragico incidente in auto, morto ragazzo palermitano di 20 anni

  • Uccisa dal compagno perché si è rifiutata di fare sesso: "L'ho strozzata con tutta la forza"

Torna su
PalermoToday è in caricamento