Scuola, sindaco e assessore incontrano i presidi: "Puntiamo sulla cooperazione"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Si è svolto ieri mattina a Villa Niscemi un incontro, promosso dal sindaco Leoluca Orlando e dall'assessora Giovanna Marano, con dirigenti scolastici degli istituti comprensivi, delle direzioni scolastiche e delle direzioni didattiche della città. "Questo incontro significativamente posto all'inizio dell'anno scolastico - ha detto l'assessora Marano - conferma l'approccio al dialogo, all'ascolto e al confronto che ha sempre alimentato la relazione proficua e feconda tra la comunità scolastica e il territorio".

Nel corso dell'incontro sono stati affrontati diversi temi inerenti a tutte le questioni su cui amministrazione comunale e dirigenti collaboreranno per rafforzare l'operato della comunità educativa cittadina.

Si è deciso che, a partire dalla prossima settimana, si svolgeranno degli incontri specifici per affrontare con ciascuna istituzione scolastica le criticità presenti, dall'ampliamento della refezione all'utilizzo ottimale del patrimonio scolastico e all'uso condiviso degli spazi in orario extracurricolare. Sarà, inoltre, attivato un sportello dedicato, che con cadenza settimanale si occuperà dei temi legati al diritto allo studio e alla disabilità di ambito scolastico. Infine, anche quest'anno si condividerà l’aggiornamento del progetto "Panormus la scuola adotta la città" con un percorso di formazione condotto dall'Università, in cui sperimentare nuovi percorsi di pedagogia civica sugli spazi urbani, oltre che sui beni culturali. 

"Intendiamo offrire un esempio di cooperazione e condivisione fra l'Amministrazione comunale e le istituzionali scolastiche - hanno detto il sindaco e l'assessora - che è oggi indispensabile per dare un chiaro segnale di alleanza fra istituzioni per contrastare le povertà educative e per dare certezze alle famiglie sul fronte di un impegno comune per il diritto allo studio".

Torna su
PalermoToday è in caricamento