Le biblioteche aprono le porte a progetti per i cittadini, il Comune a caccia di partner

L'Amministrazione si rivolge a organizzazioni del terzo settore senza scopo di lucro che vogliano portare avanti progetti socio-culturali

Rendere le bibliteche un posto "aperto", dove la consultazione dei libri sia solo una delle attività organizzate per e con i cittadini. Con questo scopo il Comune (area dell'Offerta dei Servizi Culturali, servizio sistema bibliotecario spazi etnoantropologici e archivio cittadino) ha pubblicato un avviso con cui rende nota la propria disponibilità a sottoscrivere un accordo di partenariato con un'organizzazione del terzo settore senza scopo di lucro "per la presentazione di un progetto socio-culturale che preveda la realizzazione nelle sedi di una o più biblioteche comunali, delle attività di  ui al bando 'Biblioteche e Comunità' 2019". 

Si vuole "migliorare l'apertura sociale delle biblioteche e promuvere politiche gestionali sostenibili nel tempo". Le organizzazioni del terzo settore senza scopo di lucro - fondazioni, enti ecclesiastici, associazioni riconosciute o non riconosciute, cooperative sociali o consorzi, imprese sociali, nelle diverse forme previste dalla L.106/2016 - interessate a partecipare al bando potranno presentare richiesta di partenariato entro e non oltre le 12 del 2 settembre prossimo. Avviso e modulistica sono reperibili sul sito istituzionale del Comune.

Avviso biblioteche (Pdf)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centro Convenienza chiude e non consegna i mobili già pagati: "Clienti truffati"

  • Folle serata allo Sperone, litiga con la moglie per i Sofficini e viene arrestato

  • L'arancina più buona a Palermo, gara alla vigilia di Santa Lucia: vince il Bar Matranga

  • Falliscono colpo in casa e si "imbucano" a veglia funebre per evitare i carabinieri, 2 arresti

  • Concerti di Capodanno, scelti gli artisti: Biondi in piazza Giulio Cesare, i Tinturia al Cep

  • "Violenza sessuale su una paziente": polizia arresta un medico

Torna su
PalermoToday è in caricamento