Ficarazzi, panico al Comune: si cosparge di benzina e tenta di darsi fuoco

Dopo avere chiesto notizie su un sussidio, un 57enne si è gettato addosso il liquido infiammabile e ha tirato fuori un accendino. Decisivo l'intervento di un'impiegata che lo ha bloccato. Poi l'intervento dei carabinieri e il trasporto in ospedale

La sede del Comune di Ficarazzi

Panico questa mattina negli uffici del Comune di Ficarazzi. Un uomo di 57 anni ha minacciato di darsi fuoco con una bottiglia di benzina. Dopo avere chiesto notizie su un sussidio, si è cosparso con il liquido infiammabile e ne ha versato anche per tutto l'ingresso dell'edificio. Quindi ha preso l'accendino.

L'intervento di una dipendente ha evitato il peggio. L'impiegata è riuscita a bloccarlo e a chiamare le forze dell'ordine. Negli uffici comunali sono intervenuti i carabinieri della stazione di Ficarazzi e gli agenti della polizia municipale. L'uomo - dopo essere stato convinto a desistere dal suo intento - è stato trasportato all'ospedale Buccheri La Ferla dai sanitari del 118.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'entrata da Mondello, poi il volo su via Libertà: attesa per l'esibizione delle Frecce Tricolori

  • Mega rissa a Ballarò, in trenta si affrontano a pugni e sprangate: ferito anche un bambino

  • Sembra un'ape ma non è, in estate arriva il bombo: come riconoscere questo insetto

  • Incidente tra via Libertà e via Notarbartolo, medico cinquantenne muore dopo 10 giorni

  • Negativa a 3 tamponi, torna positiva al Covid: "Così sono ripiombata nell'incubo"

  • Mercatini, spiagge e pulizia delle strade: ecco il lavoro per i percettori del reddito di cittadinanza

Torna su
PalermoToday è in caricamento