Via Marchese di Roccaforte, comprano borragine ma è mandragora: gravi madre e figlia

Le due donne - una settantaduenne e una cinquantaseienne - si sono presentate in ospedale con i sintomi dell'avvelenamento: confusione mentale, vertigini, nausea, diarrea e malessere generale. Il venditore ambulante è adesso ricercato dai carabinieri

Villa Sofia

Mangiano mandragora scambiandola per borragine ma finiscono in ospedale in gravi condizioni. Due donne, madre di 72 anni e figlia di 56, sono state ricoverate rispettivamente all'ospedale Villa Sofia e al Buccheri La Ferla. Le due donne avevano acquistato la mandragora presso un venditore ambulante abusivo nella zona di via Marchese di Roccaforte.

Madre e figlia ieri sera si sono presentate in ospedale con i sintomi dell'avvelenamento: confusione mentale, vertigini, nausea, diarrea e malessere generale. Poi le è stata somministrata una dose di antidoto che era a disposizione nella farmacia interna a Villa Sofia. La madre è stata intubata mentre la figlia è meno grave. Il venditore ambulante sarebbe adesso ricercato dai carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo caso a Palermo: turista di Bergamo è positiva

  • Coronavirus, gli spostamenti della turista bergamasca: "Ha girato per Palermo, indagini su dove è stata"

  • Rissa fuori dalla discoteca, ragazzo di 21 anni muore accoltellato a Terrasini

  • Coronavirus a Palermo, i contagiati tra i turisti bergamaschi salgono a tre

  • Coronavirus, Musumeci: "Sospensione lezioni nelle scuole di Palermo e provincia"

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

Torna su
PalermoToday è in caricamento