Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Coronavirus, ecco come funzionano e perché sono importanti i test sierologici

Siamo andati nei laboratori di analisi di Karol Strutture Sanitarie per capire come si svolgono gli esami - quantitativi destinati agli operatori sanitari e qualitativi e rapidi per la popolazione - che consentono di tracciare la presenza di anticorpi IgG e IgM nel corpo

 

Sono partite le indagini di sieroprevalenza dell’infezione da virus del Covid-19 e con esse i laboratori di analisi, pubblici e privati, hanno iniziato a effettuare i test sierologici su popolazione e personale sanitario. Siamo andati nei laboratori di analisi di Karol Strutture Sanitarie, nella sede di via Giuseppe La Farina, per capire come si svolgono gli esami, sia quelli quantitativi destinati agli operatori sanitari che i qualitativi ossia i test rapidi per la popolazione. Le analisi consentono di tracciare la presenza di anticorpi IgM e IgG nel corpo. I primi sono quelli prodotti nella fase iniziale della malattia e in genere si manifestano tra il 4° e il 6° giorno della comparsa dei sintomi, i secondi sono quelli prodotti più tardi e rimangono nell'organismo per periodi più lunghi.

I test sierologici di tipo quantitativo prevedono un prelievo di sangue e attraverso un analizzatore consentono di dosare le quantità di anticorpi presenti. I test rapidi con card si effettuano con un "pungidito" e, attraverso una goccia di sangue inserita in un apposito kit autodiagnostico, permettono di avere un riscontro immediato in circa 15 minuti. I test rapidi hanno un prezzo di 10 euro, mentre quelli di tipo A di 32,58 euro. E' bene precisare che i test sierologici sono sono degli esami diagnostici e consentono solo di appurare se una persona ha "incontrato" il virus. Nel caso in cui i risultati degli esami dovessero essere positivi, il paziente dovrà sottoporsi al tampone per certificare se l'infezione è attualmente in corso. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
PalermoToday è in caricamento